Oggi a Trieste in Piazza Unità d’Italia, la conferenza stampa dei XXXI Giochi nazionali invernali Special Olympics, in programma a Sappada dal 4 al 7 febbraio (ore 10:30).

Ai saluti istituzionali seguirà la partenza della torcia olimpica che, scortata dai vigili del fuoco, attraverserà i comuni di Monfalcone, Ronchi dei Legionari, Gradisca, Gorizia, Nova Goriza, Udine, Cividale, Tolmezzo e Ovaro per giungere il 4 febbraio a Sappada, presso la Borgata Palù, alle 15:30, in occasione della cerimonia di apertura. Saranno 523, il numero più alto di sempre relativamente ad un evento invernale, gli atleti che gareggeranno nelle seguenti discipline sportive: corsa con le racchette da neve, sci nordico, sci alpino e snowboard. Al fianco degli atleti, provenienti da 58 team Special Olympics sparsi su tutto il territorio nazionale, giungeranno a Sappada anche 147 tecnici, 300 volontari e circa 300 familiari. La mattina del 4 febbraio, a partire dalle ore 9:30, si svolgeranno le Divisioning: gare preliminari attraverso le quali i tecnici di Special Olympics avranno l’opportunità di valutare le potenzialità di ogni atleta affinché ognuno di loro possa, in occasione delle gare ufficiali in programma dal 5 al 7 febbraio, misurarsi, in ogni disciplina sportiva, con chi ha pari o simile livello di abilità. Saranno inoltre previste gare di sport unificato nella corsa con le racchette da neve e nello sci nordico. Lo sport unificato, che vede gareggiare insieme, nella stessa squadra, atleti con e senza disabilità intellettiva, rappresenta lo strumento attraverso il quale Special Olympics mira al raggiungimento del traguardo più importante, oltre il gradino più alto del podio: quello della piena inclusione.

Fonte: agensir

(c.a.)