LA PREVENZIONE visiva passa anche attraverso lo sport, l’arte e la ricerca. Ecco perché il fine settimana aullese sarà dedicato a dimostrazioni sportive un po’ particolari, che vedranno protagonisti ipovedenti e ciechi. L’evento, che inizierà sabato pomeriggio e andrà avanti per l’intera giornata di domenica, si svolgerà in piazza Gramsci. E’ organizzato dall’Anic, l’ Associazione nazionale ipovedenti e ciechi, sezione lunigianese, con il patrocinio del Comune di Aulla, della Consulta provinciale delle persone con disabilità e del comitato provinciale Fidal. Diverse associazioni parteciperanno, il Rugby Lunigiana, Armis Lunae, Arcieri della Luna e Spabilità, con volontari che faranno provare le proprie discipline sportive in piazza. L’Anic, per chi non lo sapesse, è un’associazione nata a Carrara, con lo scopo di integrare tutti i disabili attraverso attività culturali, ricreative e di supporto pratico. Il fondare, Fabio Basile, sta cercando di ampliare il gruppo, aprendo altre sedi, una si trova ad Aulla ed è aperta una volta a settimana.

Finalità del gruppo la solidarietà sociale, la promozione della cultura della valorizzazione della diversità attraverso il confronto civile. All’interno dell’associazione ci sono anche professionisti che supportano concretamente tutte le persone che hanno bisogno di aiuto. Importante per l’evento di sabato e domenica il contributo della Consulta. «La Consulta – ha esordito il vice presidente Federico Agostini – è un organo provinciale che coinvolge trentadue componenti, raggruppa associazioni, ordini professionali, CNA, Confartigianato. E’ nata circa un anno fa per unire le persone, fare in modo che si impegnino per superare barriere architettoniche, affinché i disabili abbiano tutti gli stessi diritti».

DURANTE LA DUE giorni ci saranno dimostrazioni sportive come la corsa bendata con guida, il tiro alla fune, rugby, prove di scherma e di yoga. Ci sarà anche una mostra di pittura un po’ particolare, a cura degli artisti del borgo di Carrara, con opere che potranno essere ‘viste’ anche da ipovedenti e ciechi. Non solo, sarà presente un mercatino di beneficenza per raccogliere fondi a favore della ricerca visiva e infine un gazebo per lo screening della vista. A presentare l’evento c’erano anche Federica Fumanti ed Elisa Terenzoni, vice presidenti della sezione Anic di Aulla e Maria Margherita Frosciano, coordinatrice. «Anic fa parte della Consulta – ha aggiunto Fabio Basile – , vogliamo far capire alle persone che i diversamente abili sono autonomi e possono fare qualsiasi attività sportiva, dall’atletica, alla scherma, fino al tiro con l’arco. Siamo contenti dei risultati della nostra associazione, è il secondo evento importante che organizziamo e per noi è un bel trampolino di lancio>,

Fonte: lanazione.it

(c.f. / c.a. )