Il 7 agosto 2015, a Maurizio Castelli, è cambiata la vita: un suv gli ha tagliato la strada, un gravissimo incidente. Maurizio ha perso l’avambraccio sinistro; ha deciso per l’amputazione, poi la protesi. Infine la riabilitazione. Ma il giovane non ha perso la speranza. La sua grande passione, la moto, è diventata la sua forza. Grazie all’Associazione Diversamente Disabili, di cui è membro del consiglio direttivo, è riuscito a tornare in pista.

“Volevo ritornare a tutti i costi sulla moto, avere un braccio che c’era ma non funzionava non mi serviva a nulla. Dopo circa un mese e mezzo dall’amputazione sono risalito in moto, ho fatto un corso in pista, prima per divertimento, poi dal 2017 partecipo al campionato organizzato dall’Associazione per i ragazzi portatori di handicap”.

Diversamente Disabili è l’unica Onlus a livello nazionale che provvede al recupero della patente speciale per piloti disabili. “L’attività che svolgiamo è sia racing – organizziamo campionati nazionali e internazionali – ma anche corsi per riprendere patenti per disabili”.

Per l’allenamento, Maurizio, 27enne di Viterbo, ha scelto l’elettromiostimolazione di Fit&Go, che permette di allenare in profondità oltre 300 muscoli, attraverso degli esercizi a corpo libero effettuati con degli elettrodi, in soli 20 minuti a settimana.

“L’allenamento che faccio da Fit & Go con l’elettromiostimolazione è una grande cosa perché mi permette di stare più tempo sulla moto e di allenarmi sulla moto che allenarmi in palestra”.

Gherardo Bertocchi, responsabile tecnico-scientifico Fit & Go. “La pratica tende ad andare a lavorare su diversi gruppi muscolari con applicazione di elettrodi per le braccia, le gambe e per la parte addominale, lombare e dorsale. Si lavora su diversi tipi di obiettivi: dal benessere psicofisico in toto, al rinforzo muscolare”.

Fonte: ilsole24ore.com

(s.c./l.v.)