Luca Sinopoli, vent’anni di Santena, atleta dell’associazione Vivere Sport in gara nelle competizioni calcistiche. Francesco Borio, venticinque anni di Pino Torinese, calciatore da anni impegnato nell’Associazione Vivere, per mettere a disposizione dei ragazzi dell’associazione la sua esperienza sportiva, aiutandoli nell’apprendimento della costruzione del gioco. I tecnici Erica Violante – pinese – Marco Ronco e Laura Di Taddeo, chieresi; e il partner Daniele Carpignano, castelnovese. Ecco la spedizione che partirà da Santena, Pino Torinese e Chieri con destinazione Abu Dhabi, per partecipare ai Giochi Mondiali Estivi Special Olympics in programma dal 14 al 21 marzo prossimi. I tre comuni hanno aderito alla campagna “Adotta un Campione” lanciata da Special Olympics Italia, contribuendo alla raccolta fondi per le spese di viaggio e alloggio degli atleti e dei loro partner e tecnici. Special Olympics è un progetto internazionale che ogni anno organizza programmi di allenamento e manifestazioni agonistiche per persone con disabilità intellettiva. L’obiettivo dell’iniziativa è promuovere l’inclusione e il rispetto delle disabilità attraverso lo sport.

L’iniziativa dei tre comuni è stata presentata con una conferenza. «Ogni anno, grazie alla sponsorizzazione e alla collaborazione della società Residenze Anni Azzurri, il nostro comune indice una raccolta fondi da devolvere a progetti sociali – ha spiegato Ugo Baldi, sindaco di Santena – quest’anno parte del ricavato sarà devoluto a Special Olympics, perché sono diverse le attività che cerchiamo di realizzare per sensibilizzare sulle molteplici sfaccettature della disabilità. Vogliamo far conoscere le storie e affrontare le questioni di integrazione sociale e lavorativa, coinvolgend semre più persone». «Seguire le proprie inclinazioni e coltivare i propri talenti sono passaggi determinanti nella crescita e nella maturazione di ciascun individuo – ha aggiunto il sindaco di Pino Torinese Alessandra Tosi – per questo abbiamo deciso di sostenere la partecipazione di Francesco Borio ai Giochi Mondiali Special Olympics, dandogli la possibilità di vivere la sua grande passione». «L’intervento di Chieri si inserisce nel quadro delle nostre politiche di sostegno all’inclusione, che vede una collaborazione più che decennale con Vivere – ha concluso il sindaco di Chieri Claudio Martano – abbiamo una convenzione aperta annuale con l’associazione, che sostiene laboratori e estate ragazzi. E dentro ci sono le attività di Vivere sport».

Fonte: sportorino.com

(s.c./l.v.)