Il Candido Junior Camp è pronto per iniziare il suo tour in giro per l’Italia: cinque tappe già programmate e 100 ragazzi coinvolti. Un risultato straordinario reso possibile da Fondazione Vodafone che, tramite la Call for Idea OSO – Ogni Sport Oltre, ha premiato questo progetto permettendo a un numero sempre maggiore di bambini di vivere una vacanza all’insegna dello sport e dell’autonomia. 

Il Candido Junior Camp | OSO è, prima di tutto, un’esperienza. Un viaggio alla ricerca di sport vero, indipendenza e amicizie. Tre tappe nel 2018 e già due previste nel 2019, per regalare una full immersion di basket in carrozzina a tanti bambini e ragazzi in tutta Italia. Il sogno di Candido Cannavò, storico direttore della Gazzetta dello Sport da cui il camp prende nome, è la nascita di un luogo dove ragazzi con disabilità abbiano l’opportunità di imparare a giocare e migliorarsi, realizzare se stessi, diventare grandi e costruire la propria identità grazie allo sport. 

Il Candido Junior Camp | OSO – che grazie a Fondazione Vodafone quest’anno moltiplica la sua presenza sul territorio italiano, da nord a sud – è aperto ai giovani dagli 8 ai 22 anni con disabilità motoria (paraplegie, spina bifida, lievi tetraplegie, poliomieliti, amputazioni, minime disabilità). Un’opportunità sportiva completamente gratuita dedicata sia a chi già fa parte di una squadra, sia a coloro che non hanno mai provato questo sport, grazie alla presenza di tecnici federali e di volontari qualificati. Il camp, ideato 4 anni fa dalla società campione d’Italia di basket in carrozzina, la Briantea84 di Cantù, oggi vede una vera e propria convergenza di forze, con in prima fila la Federazione Italiana di pallacanestro in carrozzina (Fipic), la preziosa collaborazione dell’ASBI (Associazione Spina Bifida Italia) e della Fondazione Candido Cannavò, senza dimenticare la mediapartnership con la Gazzetta dello Sport. 

ANCH’IO MI “CANDIDO” VOLONTARIO

Il Candido Junior Camp | OSO è un’esperienza non solo per chi parteciperà agli allenamenti e per chi imparerà a giocare a basket in carrozzina. Perché lo sport, in verità, è una macchina di passione che coinvolge gli atleti in prima battuta ma non certo solo loro. Coinvolge, da sempre, e a qualsiasi livello, i tifosi, la dirigenza e, nel caso del nostro camp estivo, anche i volontari, senza i quali, davvero, questa meravigliosa esperienza di attività sportiva e autonomia per ragazzi con disabilità non potrebbe esistere. Diventare volontario del Candido Junior Camp | OSO significa imparare a guardare lo sport, la disabilità, l’amicizia, il mondo, con la consapevolezza che la diversità è davvero la ricchezza più grande che possiamo offrirci l’uno l’altro. Essere volontario al Candido Junior Camp | OSO cambia la vita.

LE TAPPE 2018/2019 DEL CJC

Già nel 2017, l’edizione siciliana – che propose anche il nuoto ai piccoli partecipanti – aveva ampliato il raggio di azione e la diffusione sportiva del camp, nato a Livigno nel 2015, insieme agli incalcolabili benefici sui partecipanti e nei confronti delle famiglie coinvolte. Con OSO, nei prossimi due anni, i risultati saranno ancora più massicci, nel segno della continuità con il passato ma senza perdere di vista le sfide future. Oltre alla sede storica del camp estivo, ossia Livigno (dal 19 al 23 luglio 2018), questa estate si aggiungono una tappa nel centro Italia (Firenze, 5-8 luglio 2018) e una sulle isole (Porto Torres, 1-5 settembre 2018). Nel 2019, invece, sono già previste Lignano Sabbiadoro (2-5 gennaio 2019) e Matera (estate 2019). 

COME ISCRIVERSI

Per iscriversi, basta accedere al portale di OSO – Ogni Sport Oltre (al link

https://ognisportoltre.it/home.action) lasciare i propri dati e un messaggio. Si verrà

ricontattati direttamente dall’organizzazione per l’iscrizione formale.

Fonte: incodaalgruppo.gazzetta.it

(s.c./m.l.)