Italia sempre protagonista nella seconda giornata di gara della tappa ungherese del circuito di Coppa del Mondo di scherma paralimpica. A Eger, infatti, gli azzurri hanno conquistato il podio in tutte e quattro le gare svoltesi sulle pedane ungheresi. L’inno di Mameli e’ risuonato al termine della gara di fioretto femminile categoria B, grazie a Beatrice “Bebe” Vio che continua nel suo straordinario ruolino di marcia a suon di vittoria, conquistando la vittoria anche nella prima gara della nuova stagione. L’azzurra iridata lo scorso mese di novembre a Roma e paralimpionica a Rio2016, nella gara di Eger ha sconfitto ai quarti la bielorussa Kastsiuchkova per 15-6, proseguendo poi con la vittoria in semifinale contro la russa Mishurova ancora per 15-6, giungendo cosi’ in finale contro la georgiana Ima Khetsuriani, fermata con il netto punteggio di 15-7. Sorride anche Andreea Ionela Mogso che conclude al secondo posto la gara di fioretto femminile categoria A. La fiorettista torinese, dopo aver eliminato ai quarti la russa Sycheva per 15-10 e poi l’altra russa Evdokimova per 15-9,e’ stata superata in finale dalla quotata ungherese Zsuzsanna Krajnyak per 15-7. Stop nel turno delle 16 per Loredana Trigilia. Emanuele Lambertini ed Alessio Sarri hanno invece conquistato il podio nelle gare di spada maschile, categoria A e categoria B. Emanuele Lambertini, dopo il secondo posto conquistato ieri nel fioretto maschile categoria A, aggiunge in bacheca la terza posizione ottenuta nella gara degli spadisti. L’azzurro, dopo aver superato tutti gli avversari di giornata, ha sconfitto ai quarti per 15-9 il tedesco Schmidt, fermandosi solo in semifinale al cospetto del russo Shaburov, poi vincitore finale della gara, col punteggio di 15-13. Si e’ fermato invece ai piedi del podio l’altro italiano, Matteo Betti, superato per 15-10 dal britannico Gilliver.

Fonte: sport.repubblica.it

(s.c./l.v.)