Un traguardo importante per la Lega, da anni vicina alla realtà dei disabili e in particolare a quella della Polisportiva Integrabili.

Ma la strada è ancora lunga.

La sede matuziana della Lega Navale infatti avrebbe bisogno di alcune migliorie per rendere più fruibile l’uso dei locali, trovando anche lo spazio dove collocare la gru per poter far salire più agevolmente a bordo della barca anche i ragazzi con disabilità motoria.

La Lega Navale Italiana di Sanremo ha inaugurato una nuova imbarcazione per l’attività di vela dedicata alle persone con disabilità. Un grande risultato per la Lega matuziana reso possibile grazie al contributo del Rotary Club di Milano Sempione.

L’inaugurazione è avvenuta in mattinata alla presenza del sindaco Biancheri, numerosi assessori dell’amministrazione comunale, giovani e rappresentanti della Polisportiva IntegrAbili, il rappresentante regionale della Lega Navale, lo Yacht Club e la Capitaneria di Porto.

Da tempo infatti, la Lega Navale offre la possibilità ad una quindicina di ragazzi con disabilità mentale di uscire in barca e vivere lo sport attraverso il mare. Un’attività finora limitata ad una decina di giornate all’anno dato che il natante veniva ‘prestato’ dalla sezione della Lega Navale di Savona.

Grazie all’azione congiunta di Lega e Rotary, da oggi invece sarà possibile portare i ragazzi in barca a vela più volte sfruttando il mare nell’insenatura protetta del Morgana.  “Lavoravamo a questa barca da 3, 4 anni, un nostro socio iscritto al Rotary di Milano Sempione ha parlato di questa esigenza al presidente, il quale, entusiasta ci ha dato un contributo di 4 mila euro, gli altri 4 mila li abbiamo messi noi –  racconta Ulberico Martinelli, presidente della Lega Navale Sanremo- Il mio obiettivo ora è creare una squadra, rendere autonomi questi ragazzi e portarli in giro a fare delle regate apposite, loro qui vengono volentieri e le famiglie ci confermano che quando tornano a casa sono rilassati”.

Un traguardo importante per la Lega, da anni vicina alla realtà dei disabili e in particolare a quella della Polisportiva Integrabili. Ma la strada è ancora lunga. La sede matuziana della Lega Navale infatti avrebbe bisogno di alcune migliorie per rendere più fruibile l’uso dei locali, trovando anche lo spazio dove collocare la gru per poter far salire più agevolmente a bordo della barca anche i ragazzi con disabilità motoria.

Un’esigenza di accessibilità più ampia che riguarda l’intera città, come ha ricordato Mirco Soleri, atleta e consigliere della Polisportiva: “Siamo felicissimi per lo sforzo fatto dalla Lega Navale, certo si potrebbe rendere ancora più agibile la zona. Sono impegnato personalmente per l’abbattimento delle barriere architettoniche. Spero che a breve verrà ufficializzata una commissione volta ad occuparsi di un programma per l’abbattimento che presto sarà avvallato dalla giunta comunale”.

“Questo progetto rappresenta la fratellanza e l’amicizia che Sanremo sa dare, è uno dei tanti piccoli passi che permette alla città di crescere e migliorare” ha aggiunto il sindaco Alberto Biancheri. Un sentimento di ringraziamento condiviso anche presidente dello Yacht Club Beppe Zaoli e dal Comandante della Capitaneria di Porto di Sanremo, Pierpaolo Danieli.

Apprezzamenti anche dal rappresentante regionale della Lega Navale Federico Biroli che ha definito la sezione di Sanremo punta di eccellenza per la promozione sociale e nella tutela dell’ambiente”. Infine la soddisfazione del Presidente del Rotary Club Milano Sempione Piero Aliprandi: “Il Rotary aiuta da sempre le persone meno fortunate dei rotariani – ha detto – sono un grande appassionato di vela e il mare dà molto. Ho voluto aderire subito a questo progetto con grande entusiasmo con questa barca portiamo il messaggio del Rotary nel mondo”.

Fonte: leganavalesanremo

(n.s. / c.a.)