Stilata la lista degli atleti italiani che, dal 3 al 6 agosto, prenderanno parte al World Para Athletics di Nottwil, in Svizzera. Il Direttore Tecnico Duminuco: “E’ una squadra molto giovane, tutti di buon livello tecnico e molto motivati in vista di questo evento”

ROMA – Nove azzurrini a caccia di una medaglia iridata: stilata la lista degli atleti italiani che, dal 3 al 6 agosto, prenderanno parte al World Para Athletics di Nottwil, in Svizzera. L’evento giovanile più importante vedrà l’Italia presentarsi a questo appuntamento con un buon gruppo, che potrà contare su tre atleti reduci dai Campionati Europei di Grosseto dello scorso anno, e che quindi hanno già maturato esperienza a livello internazionale. Riccardo Bagaini, Carlotta Bertoli e Marco Pentagoni gli azzurri che dodici mesi fa hanno difeso i nostri colori agli Europei.

Bagaini, portacolori del Sempione 82, gareggerà nei 100 e 200 metri di categoria T47. Il suo palmares parla già di un oro ottenuto nei 200 metri al Mondiale Juniores del 2015 a Stadskanaal. Per lui anche la soddisfazione della convocazione con la Nazionale Senior ai Mondiali di Londra. La Bertoli, della Veneto Special Sport, ipovedente, sarà impegnata nei 100 e 200 T13. Stesse gare per Pentagoni, della Dilettantistica Novara, unico atleta Under 20, che proverà a portare a casa una medaglia nella categoria T44.

In campo femminile, oltre a Carlotta Bertoli, ci saranno Margherita Paciolla (Polisportiva Milanese 1979), l’atleta più giovane del gruppo, in gara nei 100, 200 e lungo T13 e la mezzofondista Bianca Marini (Anthropos Civitanova), che si cimenterà negli 800 T35.

Tra gli uomini, oltre ai già citati Bagaini e Pentagoni, scenderanno in pista Mario Bertolaso (Aspea Padova) nei 400 T20, Mattia Cardia (Sardegna Sport), che gareggerà nei 100 e 200 T13, Elia Frezza (Veneto Special Sport), che affronterà i 100, 200 e lungo T46 e, in rappresentanza degli atleti con disabilità intellettiva e relazionale, Raffaele Di Maggio, della Dilettantistica Parco Sport, oro nei 60 ai Mondiali INAS Indoor di Ancona 2016 e bronzo agli Europei di Praga 2017, che proverà a confermare i suoi ottimi livelli nei 400 di categoria T20.

“E’ una squadra molto giovane – dichiara il Direttore Tecnico Nazionale Vincenzo Duminuco – tutti di buon livello tecnico e molto motivati in vista di questo evento”. “A Nottwil ci sarà un solo Under 20 e tutti Under 18, un’occasione fondamentale di crescita e maturazione – spiega – i ragazzi avranno modo di confrontarsi con atleti di pari età e questo è molto importante”. “Alcuni di loro sono già pronti per la Nazionale maggiore – sostiene Duminuco – e tutti mostrano potenzialità in grado di svilupparsi nei prossimi anni”. “Sono sicuro che sapranno onorare al meglio la maglia Azzurra che indossano – assicura il tecnico – e saranno in grado di fornire un ottimo esempio di cosa voglia dire essere atleta”. “Il tabù della limitazione fisica passerà in secondo piano – conclude Duminuco – perché emergeranno solo le loro grandi abilità e le loro gesta sportive”.

Fonte: superabile.it

(s.c./l.v.)