Ha preso il via da piazza Castello a Torino, nella giornata di lunedì 26 giugno, la “Torch Run”, evento apripista dei XXXIII Giochi nazionali estivi Special Olympics, “Games for Inclusion”,  che andranno in scena da lunedì 3 a sabato 8 luglio a Biella.

Alla cerimonia dell’accensione del braciere, sotto la sede della Regione Piemonte, hanno partecipato l’assessore regionale allo Sport, Giovanni Maria Ferraris, ed il campione di calcio Roberto Bettega. Sino a martedì 4 luglio, un gruppo di tedofori scorterà la  torcia olimpica in diverse località del Piemonte, percorrendo in totale 385 km con questo tragitto: Torino, Settimo  Torinese, Santhià, Vercelli, Cavaglià, Gaglianico, Sandigliano, Viverone, Verrone, Cerrione, Vergnasco, Vigliano Biellese, Candelo, Cossato, Mottalciata, Castelletto Cervo, Gattinara, Mongrando, Occhieppo Inferiore, Occhieppo Superiore, Muzzano, Camburzano, Sordevolo, Pollone, Valle Mosso, Croce Mosso, Pettinengo, Zumaglia, Mosso Santa Maria, Ponzone, Quittengo, Campiglia Cervo, Tollegno, Pralungo, Sagliano Micca, Andorno Micca, Graglia, Bagneri e Biella.

“Tantissime realtà ci affiancano, il territorio c’è – ha affermayo Charlie Cremonte, direttore regionale Special Olympics Team Piemonte -. Con questa manifestazione vogliamo attivare un cambiamento culturale concreto”.

Ha commentato l’assessore allo Sport Ferraris: “Questa fiamma ben simboleggia il movimento di Special Olympics: un gruppo di amici che mi ha insegnato a spalancare le porte del cuore di fronte ad un popolo di sportivi davvero speciali, capaci di scaldarci con la gioia e l’amore per la meravigliosa avventura della vita  Questi  Giochi sono la dimostrazione di quanto possa essere prezioso lo sport, permettendo a tutti di potersi esprimere, di creare legami di amicizia e di partire dalla stessa linea”.

Sarà una settimana di grandi competizioni per ragazzi con disabilità intellettiva, che vedranno in gara ben 1.500 atleti italiani (di cui circa 700 piemontesi) e 80 atleti europei provenienti da Germania, Austria, Finlandia, Cipro, Canada, Portogallo e Repubblica di San Marino.

Una palestra di vita, come si legge nel depliant della manifestazione, che offre agli atleti Special Olympics la possibilità di valorizzare le loro diverse abilità e di spenderle produttivamente nella società. Un messaggio di grande speranza rivolto a milioni di persone, ai loro familiari ed a tutta la comunità.

“Questo evento – ha concluso l’assessore Ferraris – conferma quanto la nostra regione sia aperta ad eventi sportivi di grande importanza e insieme di grande valenza umana, nella consapevolezza che lo sport sia un vero strumento sociale di inclusione, educazione e crescita della persona. Ognuno di questi nostri ragazzi sembra voler gridare al mondo che la vita è bella e che con lo sport lo è ancora di più”.

I Giochi nazionali estivi Special Olympics saranno il più importante evento del 2017 per atleti con disabilità intellettiva e potranno contare sull’opera di oltre duemila volontari. Le competizioni, dopo le fortunate edizioni del 2008 e del 2012, tornano a Biella, dove si svolgeranno gare di nuoto, bocce, volley, flag rugby, bowling, equitazione, nuoto acque aperte, vela sperimentale, nei principali impianti sportivi della città.

Fonte: regione.piemonte.it

(s.c./l.v.)