Si è tenuto presso il Palazzo di Governo a Sondrio, su invito del Prefetto, Giuseppe Mario Scalia un nuovo incontro tra Comunità Montane, Sindaci della Valle, Scuola, Coni, Comitato Paralimpico, Fisi, Fidal e Comitato Organizzatore dei Giochi Nazionali Invernali Special Olympics 2017.

handyph2La riunione ha avuto come oggetto un confronto sui compiti generali per preparare ed allestire ogni singola tappa per ciascun Comune e l’approfondimento sui dettagli che ogni comune ritenesse importanti. Il meeting si e’ rivelato utile anche per dare inizio ad un dialogo costruttivo tra i vari comuni, soprattutto tra quelli che condividono le stesse tappe.

Il primo incontro, avvenuto alle ore 10,00 ed ha visto la partecipazione di buona parte dei comuni coinvolti nel Torch Run. I restanti hanno aderito durante vari incontri personali avuti nei giorni precedenti con il Direttore Regionale Special Olympics – Lombardia, Claudio Minervino, isecondo incontro, avvenuto alle ore 11:30, ha visto la partecipazione di tutte le rappresentative delle Forze dell’Ordine coinvolti nel Torch Run: Polizia, Carabinieri, Forestale, Guardia di Finanza e Vigili del Fuoco. Il terzo incontro, è avvenuto alle ore 15,00, ha visto la partecipazione di diversi istituti scolastici del territorio, tra cui la Coordinatrice Provinciale di Educazione Fisica e Sportiva, Professoressa Laura Giordano. La riunione ha avuto come oggetto il ruolo che ogni istituto avrà nel “Torch Run” e il coordinamento dei futuri incontri che avranno luogo in ogni singolo istituto.

A questi vanno aggiunte le Scuole dei Comuni dell’Alta Valle, che hanno partecipato attivamente lo scorso anno e che hanno già confermato a suo tempo la loro entusiastica partecipazione, ed un Comprensivo di Sondrio, incontrato nella giornata di sabato. In tutti e tre gli incontri si percepisce uno spirito di iniziativa molto forte, volto dimostrare la Valtellina ospitale, accogliente ed inclusiva.

Non da meno è stato il mondo sportivo, che ha dato la sua disponibilità in due modi. Il primo tramite il Fiduciaro Provinciale del Coni, Ettore Castoldi, che ha presentato il progetto del Torch Run a tutte le società sportive del territorio che mano a mano stanno dando le loro adesioni e il secondo con l’incontro avuto sabato scorso al Policampus di Sondrio alle ore 20:00, dove il Presidente Provinciale della FIDAL, Mauro Rossettini, ha egregiamente presentato ed introdotto il Torch Run a tutte le società di atletica leggera presenti.

I Giochi saranno un grande evento, che, nella prima settimana di Febbraio, porterà in Alta Valle più di 400 Atleti con disabilità intellettiva, con un seguito di circa 600 persone, tra Tecnici, Familiari e Volontari, per confrontarsi in diverse discipline invernali, Alpino, Fondo, Racchette, Snowboard. L’azione si svolgerà nei prossimi mesi con incontri con gli studenti delle Scuole di ogni ordine e grado in tutta la Valle, affrontando il tema della differenze come risorsa per la nostra società. Successivamente, nell’ultima settimana di Gennaio, l’intervento sarà rafforzato dalla partecipazione delle scolaresche al passaggio della Torcia Olimpica dei Giochi nei principali Comuni e all’accensione del Tripode in Piazza, celebrando con le Autorità i Campioni locali e i Valori dello Sport.

Da parte delle FdO è emersa l’entusiastica adesione ad essere i “Guardiani della Fiamma” con tutto quello che ciò rappresenta. Il trasporto della Fiaccola, simboleggia la volontà di diffusione tra la popolazione dei valori olimpici e di tutti quei valori di cui lo sport si può fare portatore. Polizia di Stato, Carabinieri, Fiamme Gialle, Forestale e Vigili del Fuoco saranno Torch runner convinti dell’importante messaggio di cui sono latori ed avranno cura della sicurezza dell’intera manifestazione.

Fonte: valtellinanews.it