Sciare, fare snowboard  o hockey sul ghiaccio, anche se dopo un grave infortunio o incidente si utilizza una protesi o una carrozzina. Da domenica 31 gennaio a mercoledì 3 febbraio il Centro Protesi Inail ed il Comitato regionale del Cip (Comitato italiano paralimpico) organizzano uno stage sulla neve a Fanano, sull’Appennino modenese. A partecipare saranno 14 assistiti della struttura di eccellenza nel campo della protesica e della riabilitazione, creata dall’Inail a pochi chilometri da Bologna.

INAIL SCIRitrovo domenica sera a Fanano per la sistemazione in albergo e la presentazione del programma. Lunedì mattina tutti in pista per la prima giornata sulla neve.  In base alle caratteristiche individuali, alcuni utilizzeranno il monosci con “guscio” a seduta personalizzata, altri una protesi specifica per lo sci alpino o lo snowboard. Per chi è alle prime armi o vuole perfezionare la tecnica ci saranno i maestri dello Sci club paralimpico di Fanano, mentre il team del Centro Protesi garantirà l’assistenza alle persone ed ai dispositivi tecnici. Oltre alle mattinate sulle piste con lo sci alpino e lo snowboard, le ore pomeridiane saranno dedicate a provare nuove discipline, come lo sci di fondo o l’ice sledge hochey. Mercoledì 3 febbraio, l’ultima giornata sulle piste ed il rientro a Budrio.

IN PIEDI La particolarità dello stage Centro Protesi Inail-Cip Emilia Romagna è rappresentata dalla possibilità di praticare uno sport invernale in piedi, utilizzando la protesi o seduti, utilizzando il monosci, in base alle caratteristiche, alle lesioni o solo ai gusti della persona con disabilità motoria. Per questo motivo il team del Centro Protesi sarà composto da referente organizzativo, due tecnici protesisti, due tecnici ausili, un medico, un’infermiera ed un fisioterapista come peer counselor dimostratore. E’ inoltre prevista la presenza del Presidente Regionale Cip, Prof.ssa Melissa Milani e del Direttore del Centro Protesi Inail, Dr. Angelo Andretta.

OBIETTIVO L’iniziativa fa parte del “Progetto Sport” ideato dal Centro Protesi  Inail e dal Comitato Paralimpico regionale e collegato alla Convenzione nazionale Inail-Cip.  Il Progetto si propone di avvicinare allo sport le persone con disabilità ricoverate presso il Centro Protesi e prevede uno sportello di informazione e orientamento, il servizio di medicina dello sport  ed una serie di attività interne ed esterne alla struttura, con programmazione mensile. Il Centro Protesi Inail applica un consolidato modello riabilitativo che mira a supportare la persona con disabilità verso il  raggiungimento del   miglior livello di vita possibile sul piano fisico, funzionale, relazionale ed emozionale, mediante attività congiunte tecnico-sanitarie e psicosociali. A supporto del percorso  riabilitativo, vi è lo sport ritenuto indissolubilmente legato alla reale integrazione della persona nel contesto sociale ed al naturale recupero di una vita di relazione autonoma.

Fonte: incodaalgruppo.gazzetta.it
(e.v.)