Si è conclusa domenica 27 settembre a Elk Grove, California, un’altra edizione dei Campionati Mondiali Disabili, che ha portato alla squadra italiana capitanata dal tecnico nazionale Daniele D’Alberto, una vera pioggia di medaglie, ben 14 (8 ori, 3 argenti e 3 bronzi).MONDIALI SCI NAUTICO

La squadra composta da Sabrina Bassi di Legnano (MI),   Daniele Cassioli di Gallarate (VA), Pietro De Maria di Mezzegra (CO), Uber Riva di Vercurago (LC), Tommaso di Pilato di San Giuliano M.se, Christian Lanthaler, di Tirolo (BZ), Fabrizio Azzalini di Fregona (TV) e Jeff Onorato dalla Maddalena (OT), ha vinto la medaglia di bronzo dietro a Stati Uniti, primi classificati e Australia, secondi. Sabrina Bassi, convocata per la prima volta ad un mondiale ritorna a casa con la medaglia d’oro nello slalom (2/40) e il bronzo nelle Figure (540 punti) per la categoria seated femminile. Daniele Cassioli, forte e costante sciatore della categoria Vision Impaired, più volte campione del mondo, imbattibile da diversi anni, ha difeso bene e riconfermato tutti i suoi titoli, conquistando l’oro in Slalom (1,00/58/11,25), Figure (1980), Salto (mt. 17,7), Combinata Visually Impaired e Combinata atleti. Un’altra riconferma del titolo iridato, ottenuto per la prima volta a Milano nel 2013, ci viene da Pietro De Maria (4/43 in qualificazione e 2/43 in Finale) che a Elk Grove sbaraglia gli avversari ben conosciuti: Bill Furbish, USA, e Jason Sleep, AUS, lasciando loro il secondo e il terzo posto. Nelle Figure Pietro si assesta in 9^ posizione su 24 concorrenti. Il veterano dello sci nautico disabili, Jeff Onorato, non arretra davanti ai giovani concorrenti e mette a segno un punteggio di figure pari a 1640 punti, che lo porta sul gradino più alto del podio californiano, davanti a Toon van del Ploeg (NED) e Timm Craigh (USA). Uber Riva, anche lui combinatista, come Daniele Cassioli, conquista ben 3 medaglie d’argento in Figure (910 pt), Salto (16,4 mt) e Combinata Vision Impaired, in Slaom ottiene la 5^ posizione. Il bolzanino Christian Lanthaler, in questa edizione dei Mondiali vince due medaglie di bronzo in Slalom (0,00/58/16,00 in eliminatorie e 4,50/58/18,25 in Finale) e Salto (mt. 18,8), mantenendosi al di sotto delle sue possibilità e dei suoi record:   2,25/58/16 in slalom e 21,2 mt in Salto. Il lombardo Tommaso Di Pilato conclude in 4^ posizione in Slalom e in 5^ in Figure, cat. Vision Impaired, purtroppo fuori dalla zona medaglie, così come il pur bravissimo Fabrizio Azzalini, che è 6° in Slalom nella categoria Seated, la più numerosa, con ben 27 presenze.

Fonte: comitatoparalimpico.it
(e.v.)