Giada Rossi, 20enne atleta di Zoppola, alla sua terza partecipazione, tesserata per la polisportiva S. Giorgio Porcia, ha vinto il titolo tricolore ai campionati italiani paralimpici a Torino -capitale europea dello sport per il 2015 – in occasione del 70° anno di fondazione della FITET.GIADA ROSSI TENNIS

Con la milanese Allegra Magenta nel doppio misto ha conquistato anche la medaglia di bronzo.

FILM TRICOLORE Vincente negli incontri eliminatori per 3-0 contro Cariotti, Magenta e Busettini, arriva il momento della finale contro la veterana Podda, titolare di un palmares ricco di titoli internazionali tra cui terza agli ultimi mondiali e numero 5 del ranking mondiale. Partenza in salita nel primo set (0-5 per la romana), con calma e freddezza Giada riesce ad imporre il proprio gioco svoltando il parziale a proprio favore vincendo di slancio per 11-8, nel secondo parziale rimonta fino al otto pari per poi perdere ai vantaggi un set giocato punto a punto e terminato sul 18-16 per l’avversaria e compagna di nazionale. Determinata e concentrata la pordenonese inizia bene il terzo set, ma Podda non molla mai, fino all’accelerazione finale di un incontro definito di valore mondiale (cit. Arcigli) vincendo per 12-10.

IL LAVORO PAGA Controllata nella sue emozioni e convinta delle qualità tecniche in notevole e continuo miglioramento, padrona del recente cambio tecnico di racchetta e a dimostrazione che l’intenso programma di sei allenamenti settimananali con Valentina Ros a Pordenone e nella palestra dei Rangers Udine agli ordini del tecnico ferrale Marino Filippas sta dando evidenti risultati, inizia il quarto set di slancio e continuando a macinare gioco con colpi spettacolari chiude alla fine con il risultato inequivocabile di 11-6.
“Battere lo “scoglio” Podda era il mio obbiettivo” è stata la prima dichiarazione di Giada che ha ringraziato molti, in particolare la sua famiglia sempre presente e partecipe: mamma Mara e il fratello Simone e, nell’occasione, all’angolo tecnico papà Andrea.

VERSO RIO 2016 Ed ora, dopo qualche esame universitario, continueranno senza sosta gli allenamenti in preparazione ai campionati europei giovanili in Croazia dal 16 al 19 luglio, e per gli assoluti europei di ottobre, in Danimarca, verso il sogno di Rio 2016.

Fonte: incodaalgruppo.gazzetta.it
(e.v.)