Si svolge a Polinago, sabato 30 e domenica 31 agosto, la finale e tappa emiliana del campionato italiano ed europeo di “SliderKing”, il gioco sportivo che unisce normodotati e persone con disabilità nella stessa competizione e che consiste nel buttarsi in discesa su strade di montagna con curve e tornanti, a bordo di una sorta di grande triciclo che simula la guida automobilistica.

 

Sono quasi 50 gli atleti che si presenteranno alla partenza, a Casa Storto, per sfidarsi lungo i quasi tre chilometri di strada in discesa fino alla chiesa di Gombola, con un dislivello di 263 metri.
Con una unica discesa sarà valutato il “ride”, la velocità dei piloti, misurata attraverso chip posizionati sul percorso, e lo “slide” che giudica invece l’abilità nell’eseguire i “traversi”.
Alla gara partecipano sia singoli rider che team, tra questi l’ungherese “Drift trike Ungary” e gli italiani Kamikaze attualmente in testa al campionato.

 

Mario Galli, vice presidente della Provincia di Modena, nel presentare l’evento sottolinea «la valenza anche turistica di manifestazioni sportive come questa e l’idea di fondo di questa disciplina che tutti possono correre, normodotati e diversamente abili, senza limiti d’età».
Dal 2011 l’associazione SliderKing, che ha ideato il campionato, collabora con l’associazione Art4Sport, fondata dalla giovane campionessa di scherma Beatrice Vio per promuovere lo sport come terapia.

 

«Dopo il successo dell’edizione dello scorso anno – afferma il vice sindaco di Polinago Roberta Muccini – ospitiamo ancora una volta con entusiasmo questo evento; possiamo mettere a disposizione un percorso davvero spettacolare, ma soprattutto condividiamo l’idea di fondo di unire nello sport normodotati e persone con disabilità. Il nostro obiettivo – conclude il vice sindaco – è far diventare questa manifestazione un appuntamento fisso annuale».

 

La gara di Polinago, terza e ultima del campionato, è organizzata da Davide Fiorentini e Silvio Galli, in collaborazione con il Comune di Polinago e si svolge su due giorni: il sabato pomeriggio, dalle 16, per le prove libere; la domenica dalle 9,30 alle 12,30 e dalle 14 alle 17. A seguire le premiazioni.

 

Fonte: modena2000.it