Chiudono le gare europee a Swansea il lancio del disco di Assunta Legnante, il giro di pista dell’atleta FISDIR Ruud Koutiki ed il salto in lungo di Roberto La Barbera.

 

Ed entrambi si regalano un luncentissimo oro: un bis che porta a quota 11 il medagliere azzurro. Legnante realizza al primo tentativo la misura che le vale il primo posto sul podio (29.91), dopo di lei la russa ipovedente Oksem, che sigla anche il nuovo record del mondo con 45.97, argento alla croata Ivekovic (39.66).

 

Koutiki, poi, trionfa sui 400mt, con il suo personal best di 49.73, davanti allo spagnolo Rodriguez (49.82), ed all’ucraino Bilenko (51.45).

 

Infine Roberto La Barbera, nel salto in lungo, si ferma in quinta posizione. Il plurititolato tricolore nulla ha potuto fare per raggiungere le misure imprendibili del campione mondiale e paralimpico, il tedesco Markus Rehm, che ha mostrato tutta la sua supremazia in pedana con un eccellente 7,63. La Barbera, attuale primatista italiano con 6,50 metri, ha fatto registrare il miglior salto al primo tentativo con 6,18.

 

Fonte: comitatoparalimpico.it