Un ex banchiere di 52 anni ha guidato un bolide grazie alle indicazioni via radio

Un non vedente al volante di una Nissan GT-R da 1.000 Cv ha realizzato un nuovo record di velocità su di una pista inglese. È successo in Inghilterra sulla pista aerea di Elvington dove Richard Hammond, star di Top Gear, nel 2006 aveva rischiato di morire in un incidente con un dragster. Alla guida dell’auto elaborata per lo scopo con quasi il doppio dei cavalli rispetto alla versione originale, Mike Newman, 52 anni, un ex banchiere di Manchester che già deteneva il precedente record, ora superato di 22 chilometri orari, guidato via radio dal padre.

La velocità raggiunta – e in attesa di essere certificata dal Guinness World Records – è di 323 km/h. Per segnare il primato, il pilota è stato condotto fino a 240 all’ora per poi essere lasciato con il volante in mano fino a superare i 300 km/h, guidato via radio dal padre che gli ha dato le indicazioni necessarie per mantenere la traiettoria. «Sono estasiato – ha detto a conclusione della prova – ancora non ci credo, è un sogno che avevo da 11 anni». L’inglese, peraltro, detiene anche il record di velocità per ciechi su acqua con un traguardo di 149.6 km/h. Mentre con molte altre disabilità guidare un’auto è possibile, la cecità resta ovviamente un limite invalicabile per mettersi al volante. La speranza di potersi muovere in autonomia a chi ne è affetto viene data dalla prospettiva delle auto robot. Nel 2012, infatti, Google – impegnata su questo fronte – aveva messo a disposizione di un uomo cieco per il 95% la sua Prius autonoma, consentendogli per una giornata di svolgere diverse commissioni senza l’aiuto di nessuno.

 

di Stefano Marzola

 

Fonte: motori.corriere.it