Festa dello sport paralimpico ieri a Sondalo e oggi a Sondrio con diverse specialità sportive da conoscere.

 

Festa dello sport paralimpico in scena ieri a Sondalo e oggi a Sondrio con grande partecipazione di pubblico nonostante il maltempo. Questa mattina, dall’ospedale di Sondrio a piazza Garibaldi, si è tenuta una staffetta di Handbike (bicicletta a braccia), una delle dimostrazioni delle possibilità sportive in presenza di disabilità.

 

Nella due giorni, anche pallacanestro, tennis tavolo, calciobalilla, atletica, vela, wheelchair hockey, danza sportiva, pesistica, arrampicata, bridge, canottaggio, scherma, tennis, tiro con l’arco, calcetto-basket-tennis per disabilità intellettive e relazionali, showdown, karate e difesa personale.

 

Anche se i paratleti stamattina – un drappello di Handbikers guidati dal prefetto di Sondrio Carmelo Casabona – sono giunti al traguardo completamente bagnati da un’abbondante pioggia, «i veri sportivi non se ne fanno certo un cruccio» ha commentato l’assessore allo sport di Sondrio Omobono Meneghini.

 

L’iniziativa è stata promossa dalla sede INAIL di Sondrio, dal Comitato Italiano Paralimpico della Lombardia, da ANMIL (Associazione Nazionale Mutilati ed Invalidi sul Lavoro), con la collaborazione del Comune di Sondrio e di AOVV (Azienda ospedaliera di Valtellina e Valchiavenna). Presente stamattina anche Antonio Rossi, assessore allo sport e politiche giovanili di Regione Lombardia. «Un’esperienza bellissima, che testimonia che lo sport può dare molto. Vale la pena provare questi sport speciali per comprenderne la difficoltà ma anche la bellezza» ha detto Rossi.

 

Fonte: valtellinanews.it