“Un messaggio per tutti i disabili che non trovano il coraggio di affrontare la vita e per tutti i militari feriti e caduti in missione. Sento di doverglielo”.

Così l’alpino Luca Barisonzi, rimasto invalido nell’attentato in Afghanistan, parlando della sua futura impresa. Maresciallo dell’Esercito, il 26 luglio tenterà di scalare il Monte Rosa, raggiungendo il rifugio più alto d’Europa. Barisonzi proverà a fissare un nuovo guinness dei primati per una persona tetraplegica: trasportato con l’elicottero fino alla Capanna Gnifetti (3.647 metri di altitudine) con una speciale carrozzina elettrica cingolata raggiungerà i 4.554 metri della Margherita.

 

Luca Barisonzi: “Ho voglia di tornare a confrontarmi con i miei limiti per dimostrare che anche chi è costretto su una sedia a rotelle può andare oltre, lanciando un messaggio a tutti i disabili e in generale alle persone che si fermano davanti ad altri piccoli e grandi problemi”. Su questo sito oltre alla storia di quello che è successo recentemente, c’è la storia di mia famiglia. www.toccandoilcielo.wordpress.com

 

Fonte: laperfettaletizia.com