L’ASD Atletica Osimo sarà protagonista come società organizzatrice di una due giorni di gare presso l’impianto della “Vescovara”, dove il 26 ed il 27 aprile saranno ospitati i Campionati Regionali FISDIR-FISPES e di Prove Multiple“

 

Il prossimo impegno su pista per l’atletica leggera marchigiana vedrà l’ASD Atletica Osimo protagonista come società organizzatrice di una due giorni di gare presso l’impianto della “Vescovara”, dove sabato 26 e domenica 27 aprile saranno ospitati i Campionati Regionali FISDIR (Federazione Italiana Sport Disabilità Intellettiva Relazionale) – FISPES (Federazione Italiana Sport Paralimpici e Sperimentali) ed i Campionati Regionali di Prove Multiple (validi come Campionati Individuali per le categorie senior – promesse – junior ed allievi/e e come Campionati di Società per le categorie allievi/e – cadetti/e).

 

Sarà l’occasione per vedere molte delle specialità dell’atletica leggera: corse veloci, ad ostacoli, mezzofondo, salti e lanci, con i migliori atleti del settore.  Lo scorso anno, nello stesso impianto, gli atleti di casa si sono fatti onore, vincendo tre titoli regionali: Leonardo Malatini nel decathlon categoria assoluta-promesse, Manuel Nemo nel decathlon juniores, Silvia  Verolo nell’eptathlon juniores.  Notevoli sono stati anche i risultati conseguiti dagli atleti FISDIR dell’ASD Atletica Osimo negli ultimi periodi.

 

Nella stagione 2013 Gaetano Schimmenti si è laureato Campione Italiano indoor nei 60 m. ad Ancona e Campione Italiano outdoor nei 200 m. a Pescara, dove ha anche ottenuto un secondo posto nei 100 m. Edoardo Sopranzi ha partecipato agli Italiani Indoor di Ancona, gareggiando nel lancio del peso e nel salto in lungo, con brillanti piazzamenti, considerando la giovane età: terzo e quarto posto.  Nell’anno in corso, conferma per Gaetano Schimmenti ai Campionati Italiani indoor di Ancona, con una doppia vittoria nei 60 m. e nei 200 m. E’ di pochi giorni fa il riconoscimento attribuito a questo atleta dall’Amministrazione Comunale di Osimo, che lo aveva già premiato con l’Apollino d’Oro nel gennaio scorso.

Vorremmo chiudere con le parole sullo sport “paralimpico” di Nelio Piermattei, Consigliere Federale FISDIR:  “Lo sport è universalmente riconosciuto come elemento essenziale nello sviluppo dell’individuo e della persona.  Per i ragazzi e ragazze diversamente abili esso rappresenta un fattore ancor più importante nell’ottica del recupero della persona con disabilità (fisica, visiva sensoriale, intellettiva e relazionale), nonché un elemento dagli importanti risvolti sociali che assume contorni terapeutici, relazionali, comunicazionali, ecc.

 

La possibilità di accedere allo sport è un diritto, praticarlo comporta sacrifici ed al contempo, se vissuto con il giusto spirito, è un piacere. Ciò ancor di più per le persone con disabilità; per esse può rappresentare anche un momento di “rinascita”, di espressione di abilità non altrimenti esprimibili, di rafforzamento della fiducia in se stessi che aiuta a superare le difficoltà della vita quotidiana.  Per questo le istituzioni e la società in genere (ognuno di noi, nel proprio piccolo) devono sentirsi impegnati nella promozione dello sport e nell’obiettivo di consentirne la pratica a chiunque ne abbia il desiderio, diversamente abile e non, perché lo sport è per tutti!

 

Fonte: anconatoday.it