I due atleti hanno nel mirino le paraolimpiadi di Rio 2016 nella speranza di salire sul podio

Il Cus Ferrara canottaggio inizia con il piede giusto la stagione, onorando i primi impegni del 2014 con risultati che danno già ottime indicazioni del lavoro invernale svolto dai tecnici. Il week end appena trascorso ha regalato la convocazione nel gruppo paralimpico di due alfieri cussini, il veterano Luca Lunghi e il già iridato Pierre Calderoni. Il primo, che ha risposto alla chiamata a poche ore dal suo ritorno il Italia dopo sei mesi passati a Seul per lavoro, ha mostrato di non aver trascurato l’ impegno preso in azzurro con il tecnico Dario Naccari, e si è presentato a Piediluco, in provincia di Terni, in buone condizioni di forma.

 

“Il raduno non aveva fini selettivi – spiega Lunghi – ma solo valutativi del lavoro svolto a casa in inverno. In Corea mi sono allenato tutti i giorni a secco nel tempo libero, quindi mi sono fatto trovare pronto nei test fisiologici. Purtroppo in barca è andata meno bene perché l’inattività in acqua mi ha fato perdere di sensibilità, ma ora a Ferrara avrò più tempo da dedicare al lavoro in barca”. Calderoni, dopo un periodo di pausa dai remi per dedicarsi agli studi universitari, ha deciso di riprovare a tornare competitivo: “E’ una sfida con me stesso, ho ricominciato da poche settimane ma non ho perso gli stimoli. Devo ancora colmare il divario rispetto ai tempi che mi hanno permesso di arrivare a Londra 2012, ma il tempo non manca e, per me e Luca, sarebbe un sogno riprovare insieme a salire sul podio a Rio 2016″.

 

Il fine settimana ha visto anche la partecipazione della squadra under 14 ai campionati regionali Indoor di Emilia Romagna e Veneto, di scena domenica al circolo canottieri Ospedalieri di Treviso. I giovanissimi di coach Ballardini, quasi tutti esordienti con pochi mesi di canottaggio alle spalle, hanno ben figurato sul simulatore di voga nelle categorie giovanili, con l’inaspettata conquista di un titolo regionale per Eugenio Guidoboni nella categoria allievi B1 degli under 11. Nella categoria allievi B2, ovvero gli under 12, medaglia di bronzo per Matteo Rinaldi, che ha soffiato per pochi secondi la medaglia al compagno di squadra Fabio Travagli, quarto al traguardo. Gli allievi C, cioè gli under 13, hanno conquistato un quinto posto con Alessio Orlandini, mentre la terza medaglia di giornata è giunta dalla categoria cadetti, gli under 14, con il terzo posto di Filippo Roveroni. Nella stessa categoria Mattia Vedovato ha esordito nel canottaggio a secco con un incoraggiante quinto posto.

 

Il prossimo appuntamento sarà dedicato agli under 18 e ai master di coach Braghiroli, che sabato e domenica saranno impegnati sulle gelide acque del Po, a Torino, per la regata internazionale di fondo sui 6 km, ultima prova lunga del circuito di gare invernali. Giovanni Balboni, Vittorio Sandri, Giacomo Braghiroli e Luca Sisti saranno impegnati nella preziosa collaborazione con la Canottieri Firenze, mentre l’otto Master sarà in acqua domenica per provare a consolidare i miglioramenti visti nelle precedenti competizioni.

 

Fonte: estense.com