Progetto rinnovato per il nono anno consecutivo in concomitanza con la Venice Marathon. E grazie all’iniziativa “Venice Art for All” l’area di Dorsoduro rimarrà attrezzata fino alla metà di giugno

 

VENEZIA – Torna puntuale in concomitanza con la Venice Marathon l’appuntamento con “A Venezia le barriere si superano di corsa”. Per il nono anno consecutivo le rampe poste sopra ai 13 ponti lungo il percorso della maratona non verranno smantellate, ma rimarranno almeno fino al 10 marzo. E per la seconda volta, con l’iniziativa “Venice Art for All”, promossa dal Comune assieme alla Guggenheim Collection e alle Fondazioni Pinault – Punta della Dogana e Vedova, l’area di Dorsoduro compresa tra il ponte dell’Accademia e la Salute rimarrà attrezzata fino alla metà di giugno, rispondendo così in modo concreto a particolari esigenze poste dai residenti della zona.

 

La simbolica “consegna” delle rampe alla città è stata presentata oggi dal, e dal presidente di Venice Marathon, Piero Rosa Salva, all’ormai “tradizionale” conferenza stampa svoltasi all’Hotel Metropole, diventata l’occasione per fare il punto sulle politiche dell’accessibilità dell’Amministrazione.

 

“Il tema dell’accessibilità – ha sottolineato l’assessore comunale ai Lavori pubblici, Alessandro Maggioni – è al centro dell’azione che stiamo portando avanti con gli uffici tecnici e con il delegato Pino Toso, e grazie alla collaborazione con la Soprintendenza, perché siamo convinti che si tratti del miglior biglietto da visita per i residenti e per i fruitori della città”. E precisa: “Certo Venezia non è facile e, ci tengo a precisarlo, non arriveremo mai a rendere accessibile ogni singolo ponte o scalino, perché sarebbe impossibile. Noi siamo per gli obiettivi possibili ed è questi che stiamo raggiungendo, dato che ormai oltre il 70% del centro storico è accessibile”.

 

L’azione del comune va in due direzioni parallele: da un lato sta puntando a realizzare rampe definitive su alcuni ponti strategici, in base a progetti di diversa natura; dall’altro sta lavorando per migliorare le rampe provvisorie, tanto che, in questi mesi, verrà organizzato un vero e proprio laboratorio di design sul tema.

 

Fonte: superabile.it