Le Aquile sudtirolesi fanno strage di quelle friulane, che pure nella prima di Campionato si erano difese. Dall’altra parte, un passo avanti il Torino, che approfitta delle debolezze dell’Armata lombarda

 

ROMA – Klagenfurt e Torino cornici della seconda del campionato di ice sledge hockey. Con una doppia disfatta nel primo caso, e una doppia vittoria dei tori piemontesi nel secondo. Pesantissimo il divario tra le due squadre, da referto: le Aquile sudtirolesi fanno bottino sul campo del Friuli, annientando le difese avversarie prima per 9 a 0, con un poker di Florian Planker, una doppietta di Larch, poi Depaoli, Winkler e Cavaliere a segno; poi per 16 a 0, con una goleada di Larch e Winkler, quattro reti a testa, tripletta di Rosa, doppietta di Depaoli e di Planker.

 

“Non è che volevamo spaventarli con tanti goal – dice Werner Winkler-, è che sono solo due anni che loro, in gran parte sono giocatori austriaci, giocano. Noi siamo vice campioni italiani, gioco forza vinciamo noi. Abbiamo fatto due ottime partite anche perché abbiamo i due giovani ormai pienamente inseriti in squadra, che hanno molta energia, con i loro 15/16 anni. Il Friuli non ha grandi possibilità quest’anno, ma è importante cominciare”.

 

Molto più equilibrata la tenzone tra piemontesi e lombardi al Palatazzoli di Torino: gli ospiti allungano sull’Armata Brancaleone per 3-1, grazie alle segnature di Leperdi, Corvino e Macrì, e per 5-1, con Chiarotti incontenibile, autore di tre goal, Barbero e di nuovo Leperdi. Goal della bandiera, stavolta, quello di Balossetti, ultima marcatura prima del fischio di chiusura. In virtù di questi risultati, si è sbloccata la classifica. Al comando, South Tyrole Eagles e Tori Seduti con 6 punti, a 3 punti l’Armata Brancaleone, a 1 le Aquile FVG.

 

Fonte: superabile.it