Dichiarazione dell’assessore allo Sport del Comune di Lamezia Terme, Rosario Piccioni.“A nome dell’Amministrazione comunale voglio esprimere, con grande gioia, le più care felicitazioni al giovanissimo Mattia Cimino per lo straordinario risultato conseguito, sabato 22 giugno 2013, nel I° Campionato Internazionale di Karate per atleti diversamente abili organizzato dal CSEN (Centro Sportivo Educativo Nazionale) presso il PalaTiziano di Roma.

 

Mattia ha conquistato la medaglia d’oro nella categoria esordienti “b” (14-15 anni) in una gara a cui  hanno partecipato 55 Atleti provenienti da tutta Italia dalla Francia e dal Marocco. I complimenti vanno ovviamente estesi al M° Amendola e all’associazione Centro sport Karate che seguono Mattia con grande passione e professionalità e che hanno sposato in pieno il Progetto “DISINVOLTO” che ha come finalità generale la piena inclusione delle persone con disabilità, con condizioni di marginalità e disagio e l’integrazione tra disabili e non disabili. Davvero una bellissima pagina di sport per la nostra città che certamente avremo modo di valorizzare nel prossimo Sport Village in programma dal 13 al 21 luglio”.

 

Il ministro per i Beni e le Attività Culturali, Massimo Bray, ieri in città per “Trame”, festival dei libri sulle mafie, ha visitato, insieme al sindaco Gianni Speranza, il museo archeologico Lametino e la Casa del libro antico.

 

Il ministro è intervenuto precedentemente all’incontro pubblico dal titolo “Questa terra diventerà bellissima” con Marino Sinibaldi e Gaetano Savatteri.

 

“Il Festival Trame, giunto alla terza edizione, – ha detto il ministro – si è affermato come un momento importante per la vita culturale e civile della Calabria e del Paese. L’edizione di quest’anno è importante anche per l’attenzione speciale riservata alle donne: a quelle donne che, in vari ruoli, si sono impegnate nel contrasto e nella lotta alla criminalità organizzata. Si tratta di un segnale significativo, che si inserisce nel contesto di un’attenzione sempre crescente, anche da parte della politica, nei confronti del contributo specificamente femminile alle realtà migliori del nostro vivere associato”.

 

Il sindaco ha poi salutato il festival e tutti i presenti: “Qui la politica è stata sempre debole con la mafia, noi ci siamo impegnati con tutte le nostre forze. Ce l’abbiamo messa tutta. Con Trame e i libri sulle mafie abbiamo piantato un seme importante per la crescita civile e culturale di questo territorio”.

 

Fonte: mnews.it