Il 23 e il 24 marzo si svolgerà a Bellinzona quest’importante manifestazione nei confronti dell’integrazione delle persone con andicap

BELLINZONA – Da cinque anni che l’Associazione Amici di Bellinzona Channel propone, presso le palestre delle Scuole Medie 2 di Bellinzona, uno speciale torneo dedicato all’integrazione delle persone con andicap attraverso la pratica di diverse discipline sportive, con un intento che però differenzia questa proposta dalle classiche manifestazioni sportive per ragazzi con disabilità. Special Cup vuole infatti azzerare qualsiasi differenza in campo attraverso una modalità sportiva tutta da scoprire:

prendete una pallavolista, fatela giocare a pallacanestro; chiedete ad un calciatore di segnare non tanto una rete, ma piuttosto un canestro; immaginatevi una cestista alle prese con un campo di pallavolo. E con loro, tanti ragazzi con disabilità intellettiva, esperti ciascuno in una disciplina, pronti a dare man forte nel calcio alla giocatrice di basket o a spingere sotto

canestro la pallavolista. Ne nasce un’esperienza divertente, a tratti esilarante, dove gli atleti d’élite e sportivi con disabilità condividono per un momento, ad armi pari, la pratica di una disciplina.

Nella Special Cup scompaiono le maglie identificative, non ci sono più colori né nomi di spicco. Le differenze si annullano, tanto che risulta difficile distinguere, sotto una semplice maglietta, il calciatore, la giocatrice di basket, la pallavolista, la persona con disabilità. La formula di Special Cup, iniziata cinque anni fa in sordina, negli anni si è rivelata un’impresa di grande interesse, che ha coinvolto nell’organizzazione anche la Federazione Ticinese Integrazione Andicap, coordinatrice del movimento sportivo cantonale dedicato alle persone con disabilità fisica, mentale e sensoriale e l’organizzazione mondiale Special Olympics, impegnata nel promovimento di attività e competizioni nazionali, internazionali e mondiali dedicate a persone con disabilità intellettiva.

Oggi Special Cup è una realtà capace di coinvolgere centinaia di atleti provenienti non solo dal Ticino, ma anche dalla vicina Italia con team di grande spicco sia nell’ambito agonistico che in quello adattato. L’edizione 2013, che si svolgerà sabato 23 e domenica 24 marzo 2013 presso le palestre delle Scuole Medie 2 di Bellinzona, vedrà coinvolte le squadre d’elite del

Bellinzona Calcio (il capitano Hakan Yakin è testimonial della manifestazione), la Metanord Bellinzona, il Riva Basket e la GB Volley. Nell’ambito dello sport adattato saranno invece presenti il team A.S.D Totti proveniente da Roma, squadra di ragazzi con disabilità voluta proprio dal famoso attaccante e la A.S.D. Torino F.D., altro team calcistico integrato in una squadra d’élite italiana. Ripropone con entusiasmo la sua presenza la Sesamo Rho di Milano, associazione polisportiva composta da ragazzi con disabilità intellettiva e, infine, i team del nostro territorio: i cestisti “Momò dream” della Sport Insieme Mendrisiotto, il Basket Club ’88 che fa capo al Gruppo Sportivo Invalidi Tre Valli e la squadra di basket adattato dei Lugano Tigers.

Il torneo Special Cup avrà luogo domenica 24 marzo, a partire dalle ore 10.00 presso le palestre delle Scuole Medie 2 di Bellinzona. Oltre all’occasione di assistere a questa sfida davvero “special”, il pubblico sarà inoltre allietato da simpatici intermezzi proposti da scuole di danza e da società di ginnastica ritmica provenienti da tutto il Cantone. A mezzogiorno, risottata per tutti, possibilità di pranzare con una grigliata, musica e buvette. I proventi del pranzo saranno destinati all’Associazione Mamme di Auto Aiuto, gruppo di sostegno composto da genitori con bambini colpiti da andicap.

Special Cup anche per i più piccoli

Lo scopo di Special Cup è quello di favorire massimamente l’integrazione attraverso lo sport. Si tratta di un tema che può sembrare scontato, ma che in realtà in Ticino si vede composto sempre più da adulti e sempre meno da bambini e giovani con disabilità. Spesso i genitori di bambini con andicap faticano ad avvicinare i propri figli allo sport, restii ad integrare i ragazzi in società che sembrano ghettizzarli. Si tratta però di un mito da sfatare: oggi sono tante le società sportive regolari che si occupano di integrare ragazzi con disabilità tra le loro offerte; l’importante è conoscere queste possibilità, affinché sia possibile, anche per i più giovani, avvicinarsi allo sport. Per questo motivo, da tre anni a questa parte, in collaborazione con il movimento Special Olympics e con il servizio sport della FTIA, Special Cup integra la giornata federale “Kids Day”, un momento concepito per avvicinare i bambini con disabilità intellettiva alla pratica di una disciplina sportiva.  Sabato 23 marzo, a partire dalle 10.00 presso le palestre delle Scuole Medie 2 di Bellinzona, tutti i bambini con disabilità intellettiva e le loro famiglie sono invitate a conoscere le possibilità sportive offerte dalla nostra regione. Dalle 10.00 alle 12.00 i ragazzi avranno la possibilità di praticare in palestra, sotto la supervisione di monitori qualificati Plusport, una serie di attività sportive, mentre i genitori saranno invitati ad una conferenza tenuta dai responsabili della FTIA e di Special Olympics in merito all’importanza della pratica sportiva da parte di giovani con disabilità. Tra le testimonianze, anche quella di Walter Caranzano, responsabile per il Ticino del movimento Special Olympics e papà di una ragazza con disabilità attiva nel mondo dello sport. Alle ore 12.00 sarà offerto a tutti i partecipanti il pranzo grazie allo sponsor Marché Mövenpick, mentre alle 13.00 interverrà il clown – mimo sordomuto “Maurizio e la Pallina Rossa” ad allietare tutti i presenti.

Special Cup: un’occasione per tutti

L’integrazione passa non solo dalla partecipazione della persona con disabilità, ma anche dall’impegno del cittadino comune. Per questo motivo, sabato 23 marzo, a partire dalle 14.00, sempre presso le palestre delle Scuole Medie 2 di Bellinzona, sarà aperto a tutti gli interessati un torneo di Futsal a squadre miste. Parteciperanno a questo momento di integrazione team della regione (team aziendali, squadre di amici, calciatori professionisti) e, tra questi, anche la squadra del Granconsiglio, composta da Paolo Pagnamenta, Bixio Caprara, Lorenzo Bassi, Mauro Minotti, Gerry Beretta-Piccoli, Filippo Gianoni, Nicola

Ricciardi, Dimitri Bossalini, Raffaele de Rosa, Luigi Canepa, Lorenzo Jelmini, Greta Gysin e Francesca Bordoni-Brooks. Ai team annunciati si mischieranno i calciatori con disabilità della A.S.D Totti di Roma e della A.S.D. Torino F.D.

Special Art: perché l’integrazione è anche cultura L

’integrazione, coltivata nel tempo libero, oltre che allo sport fa anche riferimento alla cultura: un messaggio, questo, che l’Ufficio Federale per le Pari Opportunità delle Persone con Disabilità promuove dal 2011. Al fine di promuovere in modo globale il diritto alla parità delle persone con disabilità, a partire dall’edizione 2013 Special Cup ha deciso di integrare tutta una serie di manifestazioni dedicate anche alla cultura integrata, raggruppate sotto il nome di “Special Art”. Grazie all’intervento del settore comunicazione della Federazione Ticinese Integrazione Andicap e del Gruppo Sportivo Integrato del Bellinzonese, saranno proposti nella città di Bellinzona e Giubiasco, nonché presso EspoTicino tutta una serie di appuntamenti al fine di promuovere l’arte e la cultura per tutti.

Fonte: sordionline.com