Lo sport come veicolo per tornare ad esprimere se stessi, le proprie pulsioni, la propria personalità. Non si tratta di un principio astratto ma di una concreta possibilità offerta alle persone para-tetraplegiche dal nuovo Centro Panathlon, presentato oggi presso il CUS Torino in via Braccini 1, esternazione del progetto di Patrizia Saccà, tecnico regionale e campionessa paralimpica di tennis tavolo. Tutto ciò reso possibile dal Panathlon Club Torino Olimpica con il contributo di chi ha creduto fin dal principio nel progetto. Amici e realtà importanti del tessuto imprenditoriale, sportivo, associativo e culturale di Torino e Piemonte.

 

L’attività prenderà ufficialmente il via il 1 marzo presso la palestra Gramsci di via Leonardo da Vinci 125 a Grugliasco (To), concessa a titolo gratuito dal Cus Torino. Tutti i venerdì pomeriggio, fino al dicembre del 2013, spazio al nuovo grande progetto, supportato economicamente a tutto il 2013.

 

A tutti i componenti dello staff tecnico (illustri professionisti nei rispettivi ambiti) verrà riconosciuto un semplice rimborso spese e l’intera attività avrà dunque le caratteristiche del più naturale e volitivo volontariato: <<Per noi – ha precisato il presidente del Panathlon Club Torino Olimpica, Roberto Polloni – è un vero orgoglio poter presentare la concretizzazione del progetto ideato da Patrizia Saccà e denominato “Benessere Psicofisico e Avviamento allo Sport per persone disabili”. Doveroso il personale ringraziamento e a nome dei soci dell’organismo che presiedo a tutti quanti lo hanno reso possibile”.

 

Fonte: sportduepuntozero.it