Entusiasmante vittoria dei gialloblù torinesi a Treviso.

Dopo la sconfitta casalinga nella partita di andata per un solo punto, qualche speranza di poter disputare una discreta partita fuori casa c’era, ovviamente, ma di poter tornare a Torino con una vittoria di questo tipo, dopo una partita vera, e contro un avversario agguerrito ed al completo, non era facilmente prevedibile, anche perché si era deciso di non utilizzare il jolly Amasio, presente all’andata ma sabato impegnato in contemporanea a Torino con la squadra B; ed anche Driss Said era rimasto a casa per rafforzare la squadra B.

 

Invece, la fiducia manifestata prima dell’incontro dal coach Rocca non si è poi rivelata fuori luogo.

 

Il cammino in campo: 1° quarto 16 a 14 per Torino; 2° quarto avanti Treviso: 26 – 27; 3° quarto sempre avanti Treviso: 36 – 38; ultimo quarto al cardiopalmo con Treviso avanti anche di 4 punti, poi parità a due minuti e mezzo dalla fine, Torino avanti di 4 l’ultimo minuto, parziale recupero dei padroni di casa con un meno due a 2 secondi dalla fine e con possesso palla: il tiro da tre del loro ottimo straniero Stimac prende il ferro ed esce. GRANDISSIMA GIOIA in campo e caldi applausi anche dallo sportivissimo pubblico casalingo, perché le grandi emozioni non hanno colore.

 

E’ il bello dello sport.

 

La marcia in più per la vittoria di Torino è arrivata non tanto dai soliti Rocca e Cardoso e dagli altri vecchi, ma dalla sorpresa, dalla bella sorpresa della giornata: Raffaele Longo!!! E’ stata la sua partita, tutti d’accordo. Con 12 punti pesanti, ovviamente la sua miglior performance in campionato A2, ha consentito di fare la differenza. Ed anche la sua percentuale al tiro è stata più che buona. A conti fatti, superiore al 50%. Bravissimo Faffo! Menzione speciale per Richy Angelozzi: il suo canestro in acrobazia, e di sottomano, dopo nemmeno due minuti di gioco è stato un gioiellino!

 

Fonte: hbtorino.it