Da Trieste a Firenze, i funamboli del basket aspettano i loro fan dal 18 al 25 aprile. E acquistando i biglietti si aiuterà la Fondazione Cannavò a sostenere il “baskIn” , gioco che unisce cestisti disabili e normodotati

 

“Gli Harlem Globetrotters sono il cirque du soleil del basket”. Dino Meneghin riassume così il fascino dei giocolieri della palla a spicchi che dal 18 al 25 aprile riempiranno i palazzetti italiani per la 9a edizione dell’Italian Tour.

 

PRESENTAZIONE — Ieri all’Urban Center di Milano è stato presentato il tour italiano degli Harlem Globetrotters (già in campo in 120 Paesi nel mondo, attorno al quale hanno girato 56 volte): per il secondo anno consecutivo parte dell’incasso sarà devoluto alla Fondazione Candido Cannavò: “Quest’anno con il ricavato aiuteremo il progetto di integrazione per i ragazzi di via Padova e in particolare il “baskIn”, gioco per cestisti disabili e normodotati — ha ricordato Elio Trifari, direttore della Fondazione della Gazzetta dello Sport che promuove l’iniziativa —. L’anno scorso con l’aiuto dei funamboli del basket avevamo sostenuto le Final Four di minibasket in carrozzina”.

 

basket city — Insieme a Franz Pinotti storico addetto stampa, a fare gli onori di casa per l’amministrazione comunale di Milano c’era Dario Monetta (dirigente dell’assessorato allo Sport) mentre per il Centro Studi Grande Milano la presidentessa Daniela Mainini. “A ottobre Milano ha ospitato l’evento Nba con la partita tra EA7 e Boston Celtics, il prossimo mese il Mediolanum Forum sarà teatro delle Final Eight di Coppa Italia e ad aprile arriveranno gli Harlem Globetrotters, — riassume il dirigente — la dimostrazione della continua sinergia tra l’amministrazione comunale e la pallacanestro”. Guarda oltre la presidentessa del Centro Studi: “È un’iniziativa che va oltre l’evento sportivo, sport come finalità d’aggregazione”. E quest’anno in Italia gli Harlem avranno una donna in campo: Mighty Mitchell.

 

DINO STAR — Infine i vertici della pallacanestro con l’icona Dino Meneghin in prima fila a testimoniare la grandezza dell’evento: “Negli Anni 60 arrivarono a Varese gli Harlem Globetrotters. Allora ero ancora indeciso se impegnarmi nell’atletica leggera o nel basket. Dopo aver visto loro non ho più avuto dubbi”. Il presidente della Fip lombardia, Enrico Ragnolini, ha invece posto l’accento sulla centralità lombarda anche in questa manifestazione: “Dopo la presentazione delle Final Eight di Coppa Italia dove le lombarde presenti sono 3, anche l’evento degli Harlem vede la Lombardia protagonista con 3 date su 8 presenti nel nostro territorio. Una testimonianza importante”.

 

 

date e biglietti — Queste le date dell’atteso evento: 18 aprile Trieste; 19 aprile Padova; 20 aprile Desio; 21 aprile Torino; 22 aprile Treviglio; 23 aprile Reggio Emilia; 24 aprile Milano e 25 aprile Firenze. Dal 1° febbraio i biglietti si potranno acquistare sulla piattaforma ticketone.

 

Fonte: gazzetta.it