Sezione di Taurianova – Il presidente del CONI, Gianni Petrucci ha conferito all’arbitro benemerito Matteo Covello, della sezione di Taurianova, la Stella di Bronzo al merito sportivo per l’attività svolta da più di 30 anni all’interno dell’Associazione Italiana Arbitri, nonché per l’impegno quotidiano nella promozione dello sport a favore delle persone più deboli. Lo stesso Covello ha ricevuto le congratulazioni di Marcello Nicchi

 

La consegna delle Stelle al merito sportivo è avvenuta lo scorso 20 dicembre presso il salone dell’amministrazione provinciale di Reggio Calabria, alla presenza del commissario straordinario del Comune di Reggio Calabria, Vincenzo Panico, del presidente regionale del CONI, Mimmo Praticò, del presidente CONI della provincia di Reggio Calabria, Giovanni Filocamo, e di altre autorità.

 

Molto il ricco il curriculum di Matteo Covello, diventato arbitro nel 1979 e promosso alla CAI nella stagione sportiva 1989/90. E’ poi passato in Serie D, come Assistente arbitrale, nel 1990, dove è rimasto fino al 1996.

 

Nel 2005 ha superato il corso per Osservatore arbitrale e, dopo aver visionato arbitri a livello regionale, nella stagione sportiva 2010/2011 è stato promosso alla Commissione Arbitri Interregionale, rimanendovi due stagioni per poi essere promosso, lo scorso luglio, alla CAN D, la Commissione nazionale che designa le gare del campionato di Serie D.

 

Nel 2006 è stato premiato a Paola al I Meeting degli arbitri calabresi, che si è svolto presso il santuario di San Francesco, come associato che si è distinto nel sociale; inoltre, da qualche anno, è promotore in seno alla sua sezione di appartenenza, Taurianova, della raccolta di alimenti da destinare ai bisognosi di parrocchie e associazioni presenti nella piana di Gioia Tauro, coinvolgendo nell’iniziativa gli arbitri che fanno parte della sezione.

 

Sempre Covello nella stagione sportiva 2009/2010 è stato nominato componente nazionale del Settore Tecnico, Area attività associativa e Solidarietà. Per quanto riguarda il curriculum arbitrale è stato infine dirigente di sezione dal 1994 a giugno del 2009 con incarico di designatore. Oggi continua ad esserlo nel ruolo di coordinatore degli osservatori arbitrali. E’ stato nominato arbitro benemerito dal Presidente dell’AIA Marcello Nicchi a febbraio 2010.

 

Il neo premiato è laureato in Scienze dell’educazione e della Formazione; lavora come educatore professionale presso il centro socio-riabilitativo diurno “Emmanuele”, dell’associazione di volontariato “Presenza” di Palmi di cui è responsabile per i rapporti con le famiglie e per l’attività sportiva che i ragazzi diversamente abili svolgono in forma non agonistica, formulando progetti a favore dello sport, nonché responsabile di persone adulte e minori affidati dai tribunali che svolgono attività sostitutive alla pena.

 

Da anni svolge attività di volontariato a favore di persone diversamente abili ed è volontario presso l’istituto penitenziario di Palmi come referente per l’attività sportiva; da qualche anno organizza, all’interno della casa circondariale, incontri di calcio tra detenuti, volontari e qualche utente che frequenta il Centro in cui lavora.

 

Da giugno 2010 è commissario dell’AIG, (Associazione Italiana Alberghi per la Gioventù) del

Comitato zonale della provincia di Reggio Calabria.

 

Fonte: aia-figc.it