Partita decisamente sotto tono, quella disputata contro un brillante Don Bosco Genova.

Confermando le loro ottime recenti prestazioni, i liguri si sono presentati a Torino al completo, agguerriti, a volte addirittura spavaldi grazie alle fresche energie di cui possono disporre essendo una delle squadre italiane che più possono contare su giovanissimi che, in virtù dei regolamenti federali, possono godere di un abbattimento del loro punteggio personale di disabilità.

 

I nostri avversari, che possono contare su almeno tre forti giovani, hanno pertanto potuto giocare di fatto sempre con quattro lunghi.

 

Buona tenuta dei nostri solo nel primo tempo, finito in parità, e nell’ultimo quarto, perso di soli due punti, frazione di gara nella quale Torino per evitare un pesante passivo ha profuso un accanimento agonistico all’altezza della situazione, mentre disastrose sono stati il secondo quarto e insufficiente il terzo.

 

Il risultato finale che ci ha visti sotto di 19 punti è da considerarsi giusto visto l’andamento della partita, anche se con qualche errore in meno dei nostri il valore delle squadre in campo avrebbe potuto produrre uno scarto al massimo di 10 punti.

 

Da sottolineare come in questa stagione non si era mai segnato così poco e, per la precisione, si era riusciti a portare a casa punteggi mediamente di 60 punti

 

Non è una novità, comunque, che soffriamo le squadre in grado di fare pressing per tutta la partita, e anche quella disputata contro Genova ha confermato la regola: ben raramente si è infatti riusciti ad arrivare sotto canestro in modo efficace, oppure a poter effettuare tiri con una certa serenità dalla media distanza. Molto più numerose infatti le azioni che ci hanno visto incapaci di arrivare a un tiro decente entro i 24 secondi.

 

Quella contro i liguri è stata l’ultima partita del girone di andata, chiusosi pertanto con tre vittorie e quattro sconfitte per i nostri colori.

 

Ripetendo anche nel ritorno un risultato analogo, raggiungeremmo l’obiettivo di inizio stagione di una tranquilla salvezza ma speriamo che i ragazzi siano in condizione, nel girone di ritorno, di regalarci qualche soddisfazione in più.

 

Fonte : hbtorino.it