Il CSI Alba con un nuovo direttivo ha inaugurato sabato 15 dicembre la nuova prestigiosa sede in viale Piero Masera, salotto buono della città. Il Centro Sportivo Italiano di Alba attento e presente sul territorio, inaugurerà la nuova stagione sportiva 2013 con un bellissimo torneo di ping pong. Alcuni doverosi cenni su Alba.

 

E’ il comune, dopo il capoluogo, con più abitanti nella Provincia di Cuneo (più di trentunomila). Sorge nel cuore delle Langhe, sulla riva destra del fiume Tanaro. Alba è conosciuta in tutto il mondo come la patria del tubero bianco e nero più buono, profumato e richiesto al mondo: il tartufo. Alba che però non è solo questo.

 

Alba è anche: vino, sport, cultura e tempo libero. Con i suo vini corposamente unici quali: Barolo, Nebbiolo, che rendono onore da anni in tutto il mondo alle nostre pietanze, Alba c’è. La mostra di Carrà splendidamente organizzata dalla Fondazione Ferrero, ha richiamato migliaia di appassionati d’arte ( me compresa).

 

Alba è attiva è vigile alle richieste del tempo moderno. Gli albesi sono da sempre considerati professionisti per capacità organizzative, per tempistiche di decisionalità fuori dal comune, degli esempi invidiabili di confronto. Sulla scorta di tali premesse, Il Csi Alba ha affidato al suo giovane e preparato Dirigente Giorgio Santangelo, Responsabile sport e tempo libero della Diocesi di Alba l’organizzazione del primo torneo di ping pong: Giocare per credere…insieme.

 

Giorgio coadiuvato nell’organizzazione, da Paola Maria Bevilacqua seguendo il “principio guida dello sport vissuto in oratorio come punto di partenza e di sana formazione per la vita”, indice per il 26 ed il 27 Gennaio prossimi un bellissimo torneo post natalizio. Un evento importante che segna un vero e proprio passaggio di consegne fra il vecchio ed il nuovo. Il ping pong si affaccia sulla vetrina albese con grande forza, dovuta alle sue caratteristiche: sport difficilissimo ma pregno di carica agonistica. Questo sport permetterà di far giocare fra loro bambini di tutte le età giovani ed adulti, ragazze e donne, nonni e nonne.

 

Infatti il ping pong non discrimina il ping pong unisce e fa sudare, aiuta la concentrazione, il ping pong fortifica, il ping pong stimola alla socializzazione, il ping pong sport Olimpico, il ping pong sport per normodotati alti, bassi, grassi, magri e giovani e vecchi, disabili in carrozzina e disabili in piedi. Il ping pong spinge al confronto ed alla “lotta” seguendo però i principi del rispetto dell’avversario e delle regole.

 

Il ping pong entusiasma ed affascina il ping pong…per tutti. Nel corso delle due giornate sportive molti campioni incroceranno le racchette contro tutti. Anche alcuni giocatori della Nazionale disabili fisici (Cip) saranno presenti e verranno ad onorare la macchina organizzativa del Csi Alba. Icone in carrozzina della disabilita fisica quali: Patrizia Saccà pluriolimpionica, Salvatore Caci promoter della Kinder sport, presenzieranno all’evento dando il loro contributo umano alla formazione dei giovani negli oratori primo passo per la vita.

 

Infine tu che leggi se vuoi giocare, se vuoi misurarti e vedere quanto sei bravo, partecipa a questa importante kermesse sportiva (informazioni ed iscrizioni: paola bevilacqua < pmbevilacqua@gmail.com>. Solo così potrai dire : io c’ero! Ciao.
Paola Maria Bevilacqua

 

Fonte: disabiliabili.net