Eccellente affermazione per le due atlete che hanno conquistato tre medaglie d’oro, cinque d’argento e una di bronzo ai campionati assoluti di nuoto organizzati dalla Federazione italiana nuoto paralimpico

Roberta Cogliandro e Anna Barbaro REGGIO CALABRIA – Eccellente affermazione per le atlete disabili, Anna Barbaro e Roberta Cogliandro, che hanno conquistato tre medaglie d’oro, cinque d’argento e una di bronzo ai campionati assoluti di nuoto organizzati dalla Finp ( Federazione italiana nuoto paralimpico) e svoltisi nei giorni scorsi a Roma, al centro federale di Pietralata. Barbaro e Cogliandro sono di Reggio Calabria e fanno parte della società Avesd “Con noi Rc” ; durante le gare nella Capitale, sono state accompagnate dal coordinatore tecnico Giuseppe Laface. “Nel settore agonistico paralimpico – dichiara Ines Surano, presidentessa dell’Avesd – l’impegno societario a tutto campo viene ampiamente ripagato con questi ultimi risultati, notevolmente migliorati rispetto allo scorso anno. Alla nostra società viene riconosciuto il ruolo di leader assoluta per lo sport paralimpico in Calabria, oltre ad essere considerata fra le più interessanti realtà associative in campo nazionale”.

Quest’anno l’Avesd ” Con noi Rc”, a livello nazionale, con i suoi atleti ha ottenuto complessivamente 8 titoli italiani assoluti, 14 medaglie d’argento e 7 medaglie di bronzo, fra atletica leggera, nuoto e tennis. Due titoli di campionessa d’Italia, per Roberta Cogliandro (50 S.L. e 100 S.L.), riconfermatasi al vertice nella gara breve e nuovo titolo nella misura doppia. L’atleta, che si muove in carrozzina, ha anche ottenuto la medaglia d’argento nella gara dei 100 dorso, dietro alla campionessa bresciana ed azzurra paralimpica Arianna Talamona. Roberta Cogliandro è riuscita a raggiungere un altro importante obiettivo: la partecipazione alle finali Open di tutte e tre le specialità riservate ai migliori tempi rispetto ai titoli mondiali, nelle quali ha conseguito due medaglie d’argento (50 e 100 S.L.) ed una medaglia di bronzo nei 100 Dorso. Una prestazione, dunque, particolarmente brillante, confortata anche dal conseguimento del nuovo record italiano nella classe S7 nei 50 stile libero (38″30 ), già detenuto dalla stessa atleta sia in vasca da 25 metri, sia in vasca olimpionica.

Molto apprezzato il titolo italiano conquistato dall’atleta ipovedente Anna Barbaro nella gara dei 100 Rana. Nelle altre due prove cui ha partecipato, la Barbaro ha ottenuto due meritatissime medaglie d’argento. Questi risultati, purtroppo non sono stati confortati da straordinari riscontri cronometrici, ma l’atleta ha gareggiato stoicamente, con grande volontà e determinazione nonostante gli acciacchi e i fastidi causati da un incidente stradale subito alla vigilia dei campionati. Un brutto imprevisto che l’ha costretta a rinunciare agli ultimi allenamenti prima delle gare

Fonte Superabile.it