Disabilità sensoriali

Éntula online e la lettura inclusiva: domani presentazione della Fondazione LIA, Libri Italiani Accessibili

L’attività è iniziata quasi dieci anni fa con un obiettivo ben preciso: ampliare l’accesso ai prodotti editoriali di tutte le categorie deboli.

Éntula online presenterà oggi venerdì 18 dicembre, alle ore 16:00 la Fondazione LIA (Libri Italiani Accessibili), un’organizzazione no profit che promuove il libro e la lettura in tutte le sue forme tradizionali e digitali, attraverso attività di educazione, informazione, sensibilizzazione e ricerca, garantendone i principi fondamentali: accessibilità, integrazione e socialità.

Sarà Cristina Mussinelli, segretaria generale della Fondazione LIA, a illustrare le attività che puntano non solo a diffondere la cultura dell’accessibilità, ma promuovono anche la ricerca e l’innovazione tecnologica. Dialogherà con Anna Basile di Iperborea nella diretta trasmessa sulle pagine Facebook di Éntula e Lìberos e sul canale Youtube di Lìberos.

Una delle attività della Fondazione è quella di gestire e arricchire il catalogo di e-book accessibili consultabile su libriitalianiaccessibili.it e che conta oggi oltre 9.000 titoli.

Già nel gennaio 2011 il progetto ha avuto una partnership con l’AIE – Associazione Italiana Editori, che poi ha costituito la Fondazione nel 2014. Fin dal suo avvio ha inoltre potuto contare sulla stretta e fattiva collaborazione dell’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti (UICI) che nel 2017 è entrata a far parte della Fondazione come membro istituzionale. Gli oltre 362.000 non vedenti e il milione e mezzo di ipovedenti italiani possono accedere agli stessi titoli di narrativa e saggistica negli stessi tempi e modi di un qualsiasi altro lettore. LIA ha ricevuto molti riconoscimenti internazionali come servizio innovativo d’eccellenza.

Tra le iniziative da menzionare, il Reading al buio, un format altamente esperienziale e fortemente coinvolgente attraverso cui affrontare temi come quello dell’accessibilità digitale e dell’inclusione socio-culturale delle persone con disabilità visiva. Durante il Reading al buio l’autore legge un brano tratto da un suo libro, il lettore con disabilità visiva prosegue la lettura leggendo l’e-Book accessibile LIA in diverse modalità: ingrandendo i caratteri, utilizzando il display braille oppure con la sintesi vocale.

Fonte: shmagazine

  • venerdì, 18 Dicembre 2020