Disabilità sensoriali

Ascolta il vino!

Il 12 ottobre a Torino l’ONAV Provinciale (Organizzazione Nazionale Assaggiatori di Vino) consegnerà all’UICI del capoluogo piemontese (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti) il “Manuale dell’Assaggiatore” in versione parlata, nel corso di un incontro che prevede anche una degustazione multisensoriale di vini.

L’iniziativa rientra nell’àmbito del progetto “Ascolta il vino”, frutto di un accordo di collaborazione avviato da tempo tra l’ONAV e l’UICI, con l’obiettivo di promuovere corsi speciali di avvicinamento al vino, dedicati a persone non vedenti e ipovedenti

Nel pomeriggio di sabato 12 ottobre, in occasione della manifestazione Vendemmia a Torino – Portici Divini, l’ONAV Provinciale di Torino (Organizzazione Nazionale Assaggiatori di Vino) consegnerà all’UICI del capoluogo piemontese (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti) il Manuale dell’Assaggiatore in versione parlata, nel corso di un incontro a Palazzo Birago di Borgaro di Torino, sede della Camera di Commercio (ore 15), che prevede anche una degustazione multisensoriale di tre vini iconici della provincia di Torino messi a disposizione dall’Enoteca Regionale di Caluso , con la conduzione di Giuseppe Zeppa dell’Università di Torino e della giornalista Piera Genta.

Per l’occasione saranno presenti per l’ONAV Guido Raynero, consigliere nazionale e delegato della Sezione di Torino e Pia Donata Berlucchi, vicepresidente nazionale, che da tempo si dedica con passione al coordinamento dei progetti sociali dell’Organizzazione. L’UICI, invece, sarà rappresentata da Giovanni Laiolo, presidente della Sezione di Torino e da Sandra Inverardi, presidente della Sezione di Brescia.

Il Manuale dell’Assaggiatore in versione parlata è stato letto da alcune voci femminili dell’ONAV di Torino, supportate dai tecnici Daniele Prina e Andrea Porcu. Esso andrà ad arricchire il catalogo della Biblioteca del Libro Parlato UICI.

Ascolta il vino, invece, è un progetto nato già nel 2003, in occasione dell’Anno Europeo delle Persone con Disabilità, voluto da Vito Intini, presidente nazionale degli Assaggiatori, con l’obiettivo di promuovere corsi speciali di avvicinamento al vino, dedicati a persone non vedenti e ipovedenti. Dopo la firma di un accordo di collaborazione con l’UICI Nazionale, i corsi di formazione sono oggi disponibili in tutta Italia, con la formula di moduli da sette lezioni di tre ore, dove docenti qualificati guidano gli aspiranti assaggiatori alla scoperta del mondo del vino, supportati dal testo di studio tradizionale in formato audio. l primi corsi omologati hanno avuto luogo a Verona e a Brescia. (S.B.)

Fonte: superando.it

(lv/la)

  • mercoledì, 9 Ottobre 2019