Disabilità sensoriali

Fondo per l’autonomia e la comunicazione per gli alunni con disabilità fisica o sensoriale 2019

Potenziato da 75 a 100 milioni per tre anni, l’ammontare complessivo del Fondo per l’autonomia e la comunicazione per gli alunni con disabilità fisica o sensoriale, 

destinato al trasporto scolastico, all’assistenza all’autonomia e alla comunicazione, alla consulenza tiflologica e la distribuzione di materiale didattico e testi scolastici. L’intesa raggiunta tra Stato e Regioni il 17 aprile 2019, anticipa l’inizio del prossimo anno scolastico, per consentire alle Regioni di attivare per tempo i servizi per gli alunni con disabilità.

La figura dell’assistente per l’autonomia e la comunicazione (assistente ad personam) è prevista dall’articolo 13 comma 3 della legge 5 febbraio 1992 n. 104 e deve essere richiesta dal Dirigente Scolastico all’ente locale, o con esso convenzionato, tenuto a fornire gli assistenti per l’autonomia agli alunni non autosufficienti o parzialmente non autosufficienti e assistenti per la comunicazione agli alunni con grave difficoltà di comunicazione dovuta a qualsiasi causa.

Per il trasporto scolastico, la famiglia dell’alunno con disabilità deve segnalarne la necessità al momento dell’iscrizione a scuola, in modo da procedere immediatamente per attivare l’ente locale di riferimento.

A decorrere dal primo gennaio 2016, con l’art. 1 comma 947 della Legge 28 dicembre 2015 n. 208 (Legge di stabilità 2016), si attribuisce alle regioni il compito di garantire gli assistenti educativi e della comunicazione e il trasporto scolastico, che prima della loro soppressione erano di competenza delle province, a meno che le regioni stesse non abbiano già deliberato le nuove competenze alle città metropolitane o ad altri enti.

FONTE: superabile.it

E.Z.

  • giovedì, 2 Maggio 2019