Disabilità sensoriali

Huawei Track AI salva la vista ai bambini con la diagnosi precoce

Huawei, in collaborazione con i centri di ricerca IIS Aragon e Dive Medical, ha creato Track AI, uno strumento di valutazione basato sull’Intelligenza Artificiale,

progettato per rilevare e diagnosticare precocemente i disturbi visivi nei bambini.

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità sono circa 19 milioni i bambini nel mondo affetti da problemi alla vista, di cui circa il 75% con patologie prevenibili o curabili.
Per rilevare eventuali problemi alla vista, il software Dive (Devices for an Integral Visual Examination), installato su Matebook E, monitora e traccia il movimento di ciascun occhio mentre il paziente osserva stimoli diversi, progettati per testare numerosi aspetti della funzione visiva. I dati vengono quindi elaborati sul nuovo smartphone Huawei P30, che utilizza l’algoritmo HiAi per identificare i potenziali indicatori di disabilità visive.
Track AI si appoggia alle funzionalità di TensorFlow di Google, una piattaforma open source, e a Huawei HiAi, per creare un sistema di machine learning su smartphone supportato dal chip Kirin 980. Lo smartphone può così processare direttamente i dati, velocizzando considerevolmente le procedure e proteggendo allo stesso tempo la privacy dell’utente, senza dover ricorrere al cloud e senza aver bisogno di connessione Wi-Fi.

Track AI sarà uno strumento portatile e dal costo contenuto, in grado di rilevare problemi alla vista già a partire dai sei mesi di età. Il prototipo sarà lanciato entro la fine del 2019, in vista di una piena diffusione nel 2020 così da aiutare gli operatori sanitari e diagnosticare e curare le malattie della vista in tempo.

Fonte: lastampa.it

  • venerdì, 29 Marzo 2019