Disabilità sensoriali

Tactilia: uno spazio tattile interamente dedicato al nostro patrimonio artistico e culturale

“Da tempo nella Repubblica di San Marino pubblico e privato lavorano per rendere l’offerta turistica accessibile, fruibile da tutti e altamente qualificata in ambito europeo e internazionale”.
SAN MARINO. A dirlo è l’Ufficio del Turimo, che in una nota racconta anche le tante le iniziative già realizzate: “Pacchetti turistici, itinerari enogastronomici, percorsi tattili, visite guidate in LIS, un sito Internet dedicato, una guida turistica con tutte le informazioni e, recentemente, l’introduzione della tessera PiùPerTe. Istituzioni, consorzi, associazioni di categoria, associazioni di volontariato, fondazioni bancarie, guide turistiche e imprenditori locali si adoperano per rendere il Centro Storico fruibile a TUTTI, in un esempio virtuoso di collaborazione trasversale che coinvolge diverse realtà del territorio”.

“Il progetto San Marino per tutti, ideato e curato dal Consorzio San Marino 2000- continua la nota – ha un grande valore turistico, culturale, sociale e rappresenta una importante opportunità di sviluppo grazie al quale il nostro Paese ha ricevuto importanti riconoscimenti internazionali quali, nel 2013, quello come Destinazione Europea d’Eccellenza EDEN dalla Commissione Europea e la possibilità di ospitare la prima Conferenza Europea sul Turismo Accessibile dell’OMT nel 2014.
Compatibilmente con la conformazione del territorio, anche in ragione dell’inserimento nel Patrimonio Mondiale dell’UNESCO e del “diritto a viaggiare” sancito dall’ONU, si ritiene che San Marino possa e debba essere fruibile dalle persone con disabilità.

Cos’è Tactilia?
“Tactilia è na storia di libertà per tutti rappresenta l’ultimo tassello in ordine di tempo di questo importante programma di accoglienza per TUTTI. Da un progetto di Maria Sara Forcellini e Fabio Fabbri, sarà realizzato in tre fasi ed inaugurato dagli Eccellentissimi Capitani Reggenti mercoledì 27 marzo alle ore 11.00 al Cantone Panoramico, dove saranno installati i primi due modelli: la riproduzione tattile dell’affresco del Retrosi, che si trova nella Sala del Consiglio Grande e Generale, e la riproduzione in scala dell’antica Domus Magna Comunis, realizzata in pietra dagli scalpellini di San Marino.

L’obiettivo è quello di T ma anche di offrire ai più giovani e a tutti i visitatori uno strumento didattico e attrattivo per meglio comprendere la nostra storia e i nostri valori di libertà e democrazia.
Ci si sposterà poi a Palazzo Pubblico, dove grazie al prezioso sostegno dell’Associazione sportiva e culturale AttivaMente sarà presentata l’opera “Cristo Rivelato – L’Arte senza barriere” realizzata dallo scultore non vedente Felice Tagliaferri, il quale da anni porta avanti il messaggio dell’arte come patrimonio universale, quindi accessibile a tutti. L’opera rimarrà esposta nell’atrio di Palazzo Pubblico fino al 10 aprile”.

Fonte: libertas.sm

  • giovedì, 21 Marzo 2019