Disabilità sensoriali

La retina artificiale ora è realtà

E’ un microchip di circa 3 millimetri e 1.600 sensori ed è in grado di restituire una visione indipendente, senza la necessità di supporti esterni come telecamere o occhiali.

Un vero e proprio modello di retina artificiale, impiantato all’ospedale San Raffaele di Milano “per la prima volta in Italia”, fanno sapere dalla struttura del gruppo ospedaliero San Donato.

La protesi sottoretinica hitech è stata utilizzata su una donna non vedente che ora «sta bene ed è stata dimessa dall’ospedale», dopo il delicato intervento durato quasi 11 ore, condotto da un’équipe di specialisti in chirurgia vitreoretinica e oftalmoplastica dell’Unità di Oculistica, diretta da Francesco Maria Bandello.

L’operazione è stata interamente finanziata da Banca Mediolanum. Si tratta, spiegano gli esperti, «del sistema di visione artificiale più evoluto al mondo». Il funzionamento si basa sulla sostituzione dei fotorecettori della retina, cioè le cellule specializzate (i coni e bastoncelli) deputate a tradurre la luce in segnali bioelettrici che arrivano al cervello attraverso il nervo ottico.

Fonte: larepubblica.it

  • giovedì, 20 Settembre 2018