Pubblicata la lista dei beneficiari dei due milioni di euro previsti dal Bando per l’adeguamento tecnologico delle sale per persone con disabilità sensoriale – Anno 2017. L’elenco è stato pubblicato sul sito della Direzione Generale per il Cinema del Mibact e ricomprende 60 progetti a cui viene associata la ripartizione del contributo totale.

La cifra assegnata verrà utilizzata per la digitalizzazione degli impianti di proiezione delle sale cinematografiche. I fondi dovranno, nello specifico, essere utilizzati per il miglioramento della fruibilità delle sale cinematografiche da parte di persone con disabilità sensoriali. Tale miglioramento potrà essere realizzato tramite l’acquisizione, il rinnovo e l’aggiornamento di proiettori digitali e di altre dotazioni o applicazioni tecnologiche.

IL BANDO

Il bando è scaduto lo scorso gennaio e si rivolgeva alle imprese dell’esercizio cinematografico per interventi realizzati nel periodo fra il 1 gennaio 2017 e il 31 dicembre 2018. Il bando attinge alle risorse destinate dal Fondo CIPE per il 2017 e rappresenta uno degli interventi previsti dalla Legge Cinema (l. 220/2016). Questo, in particolare, era stato programmato dal decreto ministeriale 31 luglio 2013. In esso, si era evidenziato l’interesse prioritario nei confronti di interventi di rilevanza nazionale e internazionale per la tutela, la conservazione e la valorizzazione del patrimonio culturale, per la promozione e la realizzazione di attività culturali di pari rilevanza in tutte le loro manifestazioni. Tra tali attività figura anche il cinema e lo spettacolo dal vivo.

EROGAZIONE DEI CONTRIBUTI

In base alle disposizioni del bando, il contributo stabilito per ciascun progetto viene erogato con un acconto del 60% entro sessanta giorni dalla data del decreto di approvazione dell’elenco dei beneficiari. Entro sei mesi dall’erogazione di tale acconto, l’impresa beneficiaria presenta la richiesta definitiva alla DG Cinema, indicando il consuntivo dei costi, il piano finanziario definitivo e le varie attestazioni di possesso dei requisiti. La Dg Cinema provvederà al saldo del contributo una volta effettuate le verifiche necessarie e comunque entro novanta giorni dalla ricezione della documentazione.

I contributi concessi, si precisa, sono cumulabili ad altri aiuti di Stato. Condizione necessaria è però che tali aiuti, qualora non superino 2 milioni di euro, non siano superiori all’80% del costo ammissibile. In alternativa o nel caso di cumulo di contributi pubblici che facciano superare i due milioni, il contributo concesso non dovrà eccedere la differenza tra costi ammissibili e il risultato operativo dell’investimento stesso. La somma concessa non è invece cumulabile con contributi selettivi, di promozione cinematografica e audiovisiva e di potenziamento del circuito delle sale previsti dalla Legge Cinema.

La gestione delle attività amministrative e contabili da parte della Direzione Generale potrà essere effettuata anche attraverso l’Istituto Luce Cinecittà Srl.

Fonte: agcult.it