Disabilità sensoriali

Cecità: presto sarà pronta una nuova cura

Al 121esimo Meeting Annuale dell’American Academy of Ophthalmology sono stati presentati i risultati di una ricerca potenzialmente rivoluzionaria: le persone affette da un disturbo congenito della retina che causa cecità potranno tornare a vedere.

Si tratta in particolare della malattia nota come amaurosi congenita di Leber, caratterizzata da una mutazione genetica che provoca la degenerazione dei fotorecettori della retina.

Al momento non esiste alcuna cura per questa malattia, ma la FDA americana, l’agenzia addetta all’approvazione dei farmaci, sta revisionando la terapia e presto potrebbe entrare in commercio. Il 93% delle persone sulle quali è stata sperimentata la cura hanno riportato dei miglioramenti netti della vista, partendo da una cecità totale.

Sono oltre 225 le mutazioni genetiche conosciute in grado di provocare cecità e questa nuova terapia potrebbe curarle tutte. Non resta che attendere l’approvazione della terapia e sperare che possa donare di nuovo la vista alle persone affette da cecità.

Fonte: scienzaesalute.blogosfere.it

  • martedì, 12 Dicembre 2017