Disabilità sensoriali

Archivi mensili: Luglio 2016

Dipendente cieco non può usare i buoni pasto: risarcito

19 Luglio 2016

Risarcito il centralinista non vedente che, a causa della sua disabilità, non può usare i buoni pasto. La decisione arriva dalla Corte di

Arriva la LIS per le tasse dei non udenti

19 Luglio 2016

L’Agenzia delle Entrate italiana diventa accessibile ai non udenti. Su Facebook e su tutti gli altri suoi canali social, infatti, verranno

Lo so che mi senti

18 Luglio 2016

Francesca Mazzoleni  racconta ai lettori di Oubliette Magazine il suo Lo so che mi senti vincitore del Premio Emidio Greco

Teletatto: un software low cost per non vedenti che trasforma le immagini in tatto

18 Luglio 2016

Al via il progetto dell’Istituto Italiano di Tecnologia (IIT) risultato tra i vincitori del bando “Digital for Social” di Fondazione Vodafone

Appunti di un uomo che ha perso la vista. Un corto in realtà virtuale

18 Luglio 2016

Un cortometraggio da guardare (e ascoltare) attraverso un visore per la realtà virtuale.

Le sfide dei sensi

18 Luglio 2016

I sensi, lo studiamo fin da piccoli, sono cinque: olfatto, udito, tatto, vista e gusto. Può capitare però che uno dei cinque sensi non si sviluppi

L’invito dell’Uici ai sindaci: “Intitolare una via, una piazza, un parco a Louis Braille”

15 Luglio 2016

Domenica 17 luglio, alle ore 11,30, si terrà l’inaugurazione del Parco dedicato a Louis Braille, inventore dell’omonimo sistema di lettura e scrittura.

Emons e il fenomeno Audible: come nasce il successo di un “libro parlato”

15 Luglio 2016

Editoria, che passione, perfino in tempo di crisi. Accendiamo i riflettori sul prodotto audiolibro e sul backstage di una realtà positiva

Ravennate vince Miss Deaf Europe 2016, concorso di bellezza dedicato ai sordi

15 Luglio 2016

Yuliya Drabenia, è nata in Bielorussia ma vive a Ravenna da molti anni ed è diventata cittadina italiana. È stata incoronata più bella d’Europa a Las Vegas, in America.

Maturità 2016: l’impresa di Gaia, campionessa di corsa e non vedente

14 Luglio 2016

Gaia Rizzi è diventata cieca quando aveva 15 anni, ma non si è data per vinta. Atleta paralimpica, ora sogna di fare l’interprete al Parlamento europeo.