All’Agorà l’Asl parla della sordità di grandi compositori e presenta il concerto del duo Maistrorovici-Bonuccelli

musica

Con l’appuntamento dedicato all’udito e un curioso incontro tra il rock e la musica classica, apre oggi alle 16,30 all’Hotel Agorà di Biella la XVIIa

edizione di «Musica e medicina», la rassegna organizzata da Nisi Arte e Musica con l’Asl, quest’anno dedicata ai cinque sensi. Un tema che verrà esplorato attraverso una formula ormai consolidata: s’incomincia con un approfondimento a tema medico scientifico e si prosegue con un concerto, entrambi affidati a protagonisti di elevato profilo artistico e professionale.

Debutto

L’apertura del percorso, propone un programma musicale che potrà interessare anche il pubblico dei giovani. Fabrizio Colombani (direttore della struttura complessa di Otorinolaringoiatria) interverrà sul tema «È vero che Beethoven era sordo? L’influenza della patologia dell’orecchio nei compositori e nella musica lungo la storia, fino ai giorni nostri», per poi lasciare il palco al duo composto da Vlad Maistrorovici (violino) e Dario Bonuccelli (pianoforte) con il concerto «Killer Kreutzer: il rock ieri e oggi» in cui verranno presentati brani di Beethoven e trascrizioni per violino e pianoforte delle più note canzoni dei Queen. La famosissima «Sonata n. 9» detta «A Kreutzer» del compositore tedesco rappresenta una pietra miliare nella storia della musica e, proprio per la sua tendenza ad andare «oltre» i limiti degli strumenti, si può sicuramente definire all’avanguardia. Ecco perché i due interpreti hanno voluto sperimentare questo accostamento, apparentemente azzardato, con la musica rock degli ultimi decenni e in particolare con quella di Freddie Mercury. Sono molte le canzoni dei Queen che strizzano l’occhio alla classica attraverso la presenza di un coro, l’utilizzo importante del pianoforte acustico, l’uso di forme musicali mutuate dal mondo dell’opera e della musica «colta». A sottolineare questa vicinanza, Maistorovici e Bonuccelli presenteranno anche alcune trascrizioni, da loro stessi preparate, di celebri brani della band britannica. I due interpreti si sono incontrati nel 2003 al «Festival internazionale di Blaj» in Romania, dove hanno suonato insieme, scoprendo una perfetta intesa musicale e umana. Sono poi stati in Svezia, Italia e Romania e hanno partecipato a prestigiose stagioni concertistiche tra cui quella alla Wigmore Hall di Londra e il Festival di Spoleto. Insieme hanno inoltre frequentato il corso triennale di perfezionamento in musica da camera con Bruno Canino alla Scuola di Musica di Fiesole.

Programma

La rassegna, diretta da Elena Ballario e Sergio Patria, prosegue il 24 con un incontro dedicato al gusto. Protagonista sarà l’attore David Riondino, che interpreterà testi dedicati all’arte conviviale, accompagnato da Giovanni Seneca (chitarra) e Fabio Battistelli (clarinetti). Biglietto: 8 euro (intero) 5 euro (soci Nisi e personale Asl). Info: 0158407324.

Fonte: lastampa.it

s.c.