Disabilità sensoriali

Un gesto d’amore: la migliore terapia

Una foto di una bambina neozelandese che indossa il suo impianto cocleare seduta con suo padre, anche lui con un impianto cocleare tatuato sulla sua testa rasata, è diventata virale.

Alistair Campbell, di Taupo, in Nuova Zelanda, si è rasato la testa e ha fatto il tatuaggio per mostrare il suo sostegno alla figlia Charlotte, 6 anni, che ha ricevuto il suo primo impianto all’età di 4. Charlotte ha recentemente avuto il suo secondo impianto.

Il New Zealand Herald ha riferito che dopo che Charlotte ha visto il tatuaggio di suo padre di un impianto cocleare, ha ridacchiato, l’ha toccato, e gli ha detto che era “cool”, “figo”.

Alistair ha detto al giornale che è pronto a radersi per mostrare il tatuaggio per le occasioni speciali o se sua figlia volesse vederlo.

La storia di Charlotte

A Charlotte è stata diagnosticata inizialmente un lieve problema di udito, ma la sua famiglia capì che era profondamente sorda nel suo orecchio sinistro e aveva una patologia che limita il suono al cervello dal suo orecchio destro. La diagnosi non era sorprendente però, perché la nonna materna di Charlotte e il suo fratello di 8 anni, Lewis, avevano problemi di udito.

Dopo che Charlotte ha ottenuto il suo primo impianto, la madre, Anita Campbell, ha notato un grande cambiamento nel comportamento della figlia, da introverso a farfalla sociale.

Il nuovo impianto di Charlotte la aiuterà a distinguere meglio la regia del suono, ha detto al New Zealand Herald la responsabile comunicazione della Hearing House, Hearing House. La Hearing House è un ente di beneficenza per i bambini sordi e le loro famiglie.

La foto di padre e figlia è stata condivisa sui social media, con i tifosi di tutto il mondo a esprimere il loro sostegno.

Fonte: pazienti.it

(m.p.)

  • mercoledì, 12 Agosto 2015