Disabilità sensoriali

“Sos Sordi”, presentata app della Polizia per il soccorso ai non udenti

BARI- Un’applicazione di utilità sociale pensata per agevolare il soccorso alle persone non udenti. tabletsordiQuesta mattina a Bari il Questore del capoluogo pugliese, dott. Antonio De Iesu, e il Commissario Straordinario dell’Ente Nazionale per la protezione e l’assistenza dei Sordi, Ferdinando Cericola, hanno sottoscritto il protocollo d’intesa per l’attuazione del “Progetto S.O.S. Sordi”.

Il progetto mira a consentire alle persone sorde di accedere in piena autonomia ai numeri di emergenza tramite un’applicazione per smartphone e tablet. A tal fine, presso la locale sala Operativa della Questura di Bari, con competenza territoriale per la provincia di Bari e per la provincia BAT, è stata attivata una casella di posta elettronica, operativa h 24, il cui l’indirizzo è il seguente: emergenzasordi.quest.ba@poliziadistato.it

La suddetta casella sarà dedicata alla ricezione delle richieste di emergenza provenienti dagli utenti che scaricheranno sul proprio smartphone o tablet l’ applicazione “SOS SORDI”. L’ utente avrà cura preventivamente di registrare i propri dati personali nell’applicazione; per rendere più efficace l’intervento di soccorso e agevolare l’accesso alla comunicazione, è prevista dall’applicazione la possibilità di registrare e, quindi, di segnalare alla Sala Operativa mediante la mail di richiesta di aiuto, anche i recapiti di parenti o, comunque, di persone vicine al richiedente e i recapiti degli interpreti di Lingua dei Segni.

In caso di emergenza, dovrà essere selezionata, tra quelle indicate dal sistema, il tipo di emergenza da segnalare, inviando la richiesta di soccorso all’indirizzo e-mai sopra indicato.

All’atto dell’invio della richiesta di aiuto, il sistema elaborerà una mail, con l’indicazione oltre che dei dati personali sopra indicati, anche della posizione del richiedente (che verrà individuata automaticamente dall’applicazione), in modo da rendere possibile la localizzazione del segnalante e il conseguente intervento di soccorso. L’operatore in servizio presso la locale Sala Operativa, ricevuta la richiesta, risponderà alla stessa con una mail di conferma della ricezione e d’invio di personale operante in aiuto.

Tale progetto non sostituisce ma si aggiunge al progetto SMS – Sicuri e Mai Soli – già attivo preso la Questura, che consente alle persone sorde di inviare una richiesta di soccorso tramite sms al numero 334 69 09 032.

Fonte: bat.ilquotidianoitaliano.it

  • mercoledì, 22 Ottobre 2014