Disabilità sensoriali

Sordità, il 3 ottobre un seminario sulla lingua dei segni nell’Ue

L’evento, gratuito, è stato organizzato dall’Unione europea dei sordi e porterà a Roma le testimonianze raccolte negli altri Paesi del vecchio continente

Il prossimo 3 ottobre, a Roma, è in programma un seminario organizzato dall’EUD – Unione Europea dei Sordi intitolato “La lingua dei segni nell’Unione Europea: testimonianze”. L’evento è gratuito ma, visti i posti limitati a disposizione dei partecipanti, è obbligatoria l’iscrizione. Nel momento in cui scriviamo, sono disponibili ancora 19 posti.
Appuntamento italiano di un progetto europeo. Il seminario si svolge nell’ambito della riunione dei rappresentanti delle associazioni di persone sorde provenienti da 28 Paesi europei che il Consiglio direttivo dell’Eud sta portando avanti nella Capitale italiana. Secondo quanto riportato dal sito ufficiale, “L’Ued è l’organizzazione europea dei sordi, co-finanziata dall’Unione Europea, alla quale aderiscono numerose associazioni nazionali dei sordi, tra cui l’Ens (Ente nazionale sordi) che è membro dal 1985, ed ha l’obiettivo principale di tutelare i diritti dei cittadini europei sordi”.

Obiettivo parità tra i cittadini. Lo scopo statutario dell’Eud è quello di lavorare per fare in modo che i cittadini sordi possano ottenere pari diritti e opportunità, nella vita pubblica come in quella privata. Questo obiettivo può essere raggiunto “Attraverso il riconoscimento del diritto all’utilizzo di una propria Lingua dei segni, al pieno accesso all’informazione e alla comunicazione, nonché il diritto all’uguaglianza nell’istruzione e nel lavoro”.

 

Fonte: bussolasanita.it

(c.p.)

  • venerdì, 26 Settembre 2014