Disabilità sensoriali

Wedding planner per sposini non udenti

Tutti hanno diritto a un matrimonio da favola. Anche le persone non udenti. È da questo presupposto che nasce l’idea dell’agenzia “Come d’incanto”, di fornire a Roma e provincia i servizi di wedding planning anche nella lingua dei segni

E, ciò che più conta, senza alcun costo aggiuntivo rispetto alla normale consulenza prestata agli altri clienti che convolano a nozze.

Tutto grazie a una delle fondatrici: Paola, che oltre a essere wedding planner è anche assistente alla comunicazione LIS (Lingua Italiana dei Segni). In questo modo i portatori di questa disabilità che desiderano arrivare all’altare, non solo avranno qualcuno che si occuperà delle nozze al posto loro, ma potranno anche risparmiare i soldi che di solito si devono spendere per ingaggiare un interprete LIS.

Ma non finisce qui. Lo stesso tipo di servizio è disponibile anche per l’organizzazione di qualsiasi altro tipo di festa ed evento.

 

Fonte: west-info.eu/it

(c.p.)

  • mercoledì, 23 Aprile 2014