Disabilità sensoriali

Grande successo per il progetto “Siracusa e Noto anche nella lingua dei segni”

Grande successo per il progetto "Siracusa e Noto anche nella lingua dei segni"Grande successo, addirittura un boom, del progetto “Siracusa e Noto anche in lingua dei Segni – dieci percorsi culturali e turistici ideati su misura per le persone sorde”: la comunità dei turisti sordi di Bolzano, grazie a tale iniziativa, ha scelto quale località per le proprie vacanze le città di Siracusa e Noto

Tale progetto, presentato alla Bit a Milano lo scorso mese di febbraio, è stato ideato e fortemente voluto dalla prof.ssa Bernadette Lo Bianco, esperta di turismo e referente regionale di FIABA (Fondo Italiano Abbattimento Barriere Architettoniche) per il Turismo e la Cultura Accessibile, in collaborazione con l’associazione culturale Italia Nostra, nelle persone della prof.ssa Lucia Acerra e della prof.ssa Mariarosa Malesani, l’Ente Sordi di Siracusa (presidente Salvatore Risuglia) ed i Comuni di Siracusa e Noto in sinergia con tutti gli attori della filiera turistica che operano nel territorio (alberghi, trasporti, Associazioni Guide Turistiche di Siracusa, Confcommercio, Consorzio Siracusa turismo, Associazione dei Pupi, interpreti Lis dell’Ens di Siracusa, ecc.).

L’opera di rete e soprattutto di promozione ha portato, in questi giorni, a Siracusa ed a Noto numerosi Turisti Sordi, attirati soprattutto dalla presenza dell’interprete in lingua dei segni (dott.ssa Daniela Campisi) che, affiancata da esperte guide turistiche siracusane, ha consentito loro – nell’ambito del Turismo Accessibile (attento alle esigenze di tutti) ed attraverso un servizio di qualità – di visitare i siti archeologici e culturali di Siracusa e di Noto.

L’esperienza è perfettamente riuscita: infatti, i turisti sordi sono rimasti entusiasti, oltre le più rosee previsione, della efficienza dell’organizzazione siracusana e, nel contempo, sono riusciti a fruire pienamente – ed in maniera del tutto nuova rispetto a ciò cui erano sino ad oggi abituati – dei siti culturali e turistici visitati, spingendosi sino alle falde dell’Etna e della meravigliosa Taormina. Un concreto esempio, per la prima volta nell’Italia meridionale, di effettivo abbattimento delle barriere comunicative e di turismo integrato.

Nei prossimi giorni arriveranno anche dei turisti Sordi della provincia di Milano, entusiasti e contenti di venire a visitare la Sicilia e, soprattutto, Siracusa e Noto. Siracusa è diventata, così, il primo polo della Sicilia di Turismo per Tutti. Anche il Turismo Accessibile, quindi, è da considerare un’importante risorsa che potrà contribuire a portare sviluppo e ricchezza al nostro territorio, candidando Siracusa quale destinazione turistica di eccellenza. Nell’ambito dell’offerta turistica e culturale “per Tutti”, notevole importanza assume la possibilità, per i turisti sordi, di assistere alla Messa domenicale.

Infatti, grazie sempre alla prof.ssa Bernadette Lo Bianco, presso il Santuario della Madonna delle Lacrime, ogni seconda domenica del mese, viene celebrata una funzione eucaristica tradotta in LIS.
Ad arricchire la suddetta offerta turistica contribuisce, inoltre, l’opportunità per i turisti sordi di apprezzare le rappresentazioni teatrali presso il Teatro Greco di Siracusa (esempio unico in Italia): il gruppo dei turisti sordi di Bolzano, infatti, hanno assistito (lo scorso 24 giugno) alla commedia “Donne in Parlamento”.
Il lavoro di squadra, comincia a portare i primi risultati positivi. Una città accessibile è più utile a tutti”.

 

Fonte: siracusanews.it

(c.p.)

  • giovedì, 27 Giugno 2013