Disabilità sensoriali

Le suggestioni della poesia in LIS a ”I Venerdì del Pendola” con Lucia Daniele

venerdi-del-pendola450vVenerdì 19 aprile, dalle 15 alle 17, penultimo appuntamento del ciclo di incontri con personalità sorde di livello internazionale organizzato da Mason Perkins Deafness Fund con il patrocinio della Provincia di Siena, dell’Asp “Città di Siena” e dell’Ens – Sezione Provinciale di Siena (ingresso libero)

Attrice e poetessa, Lucia Daniele guiderà il pubblico in un viaggio alla scoperta di questo linguaggio poetico che, grazie al suo impegno, è riuscita a far conoscere e apprezzare sia all’interno della comunità sorda che all’interno di quella udente

Un suggestivo viaggio alla scoperta della poesia in LIS. E’ quello che vedrà protagonista la poetessa Lucia Daniele, che venerdì 19 aprile alle 15 sarà ospite del sesto appuntamento con “I Venerdì del Pendola”, ciclo di incontri con personalità sorde organizzato da Mason Perkins Deafness Fund con il patrocinio della Provincia di Siena, dell’Asp “Città di Siena” e dell’Ens – Sezione Provinciale di Siena.

Attrice e poetessa dalla personalità dolce e carismatica, apprezzata in Italia e in Europa, Lucia Daniele guiderà il pubblico de “I Venerdì del Pendola” tra le suggestioni della poesia in Lingua dei Segni Italiana, che grazie al suo impegno è riuscita a far conoscere in Italia, contribuendo a diffondere una crescente consapevolezza delle tecniche per comprenderla e per produrla, sia all’interno della comunità sorda che all’interno di quella udente.

Un linguaggio poetico che si basa sul gioco delle configurazioni delle mani, sulla trasformabilità del segno, sul segno dimezzato, sul ritmo, sul rallentamento e sull’uso dei classificatori e che è espressione della propria persona, del proprio pensiero e della propria esperienza.

 

LuciaDanieleLucia Daniele

Lucia Daniele è nata a Torino il 23 ottobre 1972 da genitori entrambi sordi ed ha un fratello, anch’esso sordo. La sua carriera artistica è iniziata per caso. Nel lontano 1992 è entrata come attrice nella compagnia teatrale Maschera Viva di Torino, diretta dal regista Corrado Gallo. Da quel momento è rinata in lei la passione per la recitazione, che l’ha fatta apprezzare sia in Italia che in Europa grazie al suo dolce e coinvolgente carisma e alla sua intensa ed emozionata espressività, non solo a teatro ma anche attraverso le sue poesie, le sue canzoni, i suoi balletti e le altre sue performance.

Lucia ha recitato non solo con artisti sordi, ma anche con compagnie teatrali composte da artisti udenti. Nel ’96 ha creato la poesia in Lingua dei Segni Italiana, ma solo studiando all’estero e confrontandosi con autori di respiro europeo ed extra-europeo ha compreso a pieno il valore e la ricchezza della poesia in LIS.

Grazie al proprio entusiasmo ed ai propri successi, Lucia è riuscita a promuovere e diffondere in Italia i suoi insegnamenti per condividere con altre persone, siano esse udenti o no, le tecniche per conoscere, comprendere e produrre poesia in LIS.

Ha vinto diversi premi di poesia e di canzoni in LIS ai festival teatrali del Sordo in Italia.


I venerdì del Pendola

I prossimi appuntamenti

17 maggio
Sanzio Antonioni, ingegnere
Tecnologia informatica nella scuola e nella vita dei sordi
Sanzio Antonioni è un ingegnere informatico che lavora nel settore Ingegneria in Iveco a Torino. Nato Modena nel 1973, ha frequentato l’istituto per sordi “T. Pellegrini” di Modena. E stato borsista Mason Perkins Deafness Fund alla Gallaudet University.


La Mason Perkins Deafness Fund

La Mason Perkins Deafness Fund nasce nel 1985 per favorire il benessere, la formazione, lo sviluppo del potenziale dei bambini sordi e sordo ciechi. L’obiettivo è quello di lavorare per costruire un ambiente positivo e stimolante che focalizzi l’attenzione sulle potenzialità del bambino sordo piuttosto che sul suo deficit uditivo.

La Mason Perkins Deafness Fund è attiva su più fronti: il sostegno diretto alla formazione di giovani sordi anche attraverso il finanziamento di borse di studio, l’impegno per rafforzare la loro rete di sostegno attraverso la formazione specializzata di tutte le categorie professionali che lavorano nel campo della sordità (interpreti di lingua dei segni, assistenti alla comunicazione, educatori sordi, docenti e ricercatori), la vocazione per una piena diffusione della Lingua dei Segni Italiana (Lis) come presupposto essenziale per promuovere la conoscenza della cultura sorda, salvaguardare la dignità e favorire l’integrazione delle persone sorde.

Tre ambiti di attività diversi ma complementari – l’educazione, l’interpretariato, la lingua e la cultura – che insieme concorrono allo sviluppo di un ambiente di vita e di lavoro accogliente e stimolante in cui, dall’infanzia all’età adulta, la persona sorda sia integrata e valorizzata per le sue potenzialità piuttosto che penalizzata in ragione della sua sordità.

Con l’incontro con Lucia Daniele si avvia a conclusione “I Venerdì del Pendola”, ciclo di incontri promosso dalla Mason Perkins Deafness Fund con l’obiettivo di tenere alta l’attenzione su identità, lingua e cultura sorda stimolando una riflessione sulla sordità che investa non solo la comunità sorda ma anche quella udente, così da favorire il dialogo e il confronto: un percorso che, nell’arco di sei mesi, ha toccato temi come emozioni e sordità, diritti delle persone sorde, accessibilità della cultura e dell’informazione, insegnamento delle lingue dei segni straniere, e che si concluderà venerdì 17 maggio con Sanzio Antionioni, ingegnere, che approfondirà il ruolo della tecnologia come strumento di accessibilità e supporto didattico, esplorandone le ripercussioni sulla vita sociale e formativa dei sordi.

Tutti gli incontri, ad ingresso libero e gratuito, si tengono presso la sede di Mason Perkins Deafness Fund, in via Tommaso Pendola, 37, a Siena, dalle 15 alle 17. Per garantire la piena accessibilità, ad ogni appuntamento è fornito un servizio di interpretariato Lis-italiano.

Per maggiori informazioniinfo@mpdfonlus.com

 

Fonte: sienafree.it

(c.p.)

  • martedì, 16 Aprile 2013