Disabilità sensoriali

Al Colosseo una videoguida per i visitatori non udenti

Dal genio architettonico ai fasti gladiatori, per la prima volta il Colosseo si racconta anche ai sordi

E’ disponibile, pronta per essere noleggiata, la speciale videoguida che consentirà al pubblico di non udenti di visitare autonomamente l’intero Anfiteatro Flavio con un guida digitale personale. Il progetto, fortemente voluto dalla soprintendenza ai Beni archeologici e realizzato in collaborazione con l’associazione Kiasso specializzata in turismo per sordi, sarà presentato oggi dalla direttrice del Colosseo Rossella Rea, in concomitanza con la Giornata internazionale per la disabilità.

L’apparecchio consiste in uno smartphone touchscreen con un doppio sistema di informazioni storiche e approfondimenti artistici curati dalla Rea. Sul monitor, infatti,
viene offerta sia l’immagine dell’interprete che traduce le notizie nel linguaggio dei segni, sia il testo narrativo che scorre. Una modalità, quest’ultima, che può essere utilizzata anche dall’accompagnatore. La videoguida può essere scelta tra il linguaggio Lis (Lingua italiana dei segni) e, novità assoluta, quello dell’Asl (American Sign Language). Dopo alcune sperimentazioni a Roma di sistemi divulgativi per non udenti, tra visite virtuali e applicazioni scaricabili, ora è la prima volta che un monumento viene dotato di uno specifico servizio didattico.

«La videoguida è unica a Roma — ha spiegato la soprintendente Rossella Rea — perché consente una visita diretta del monumento, proponendo lo stesso itinerario delle audioguide predisposte in nove lingue ».

Fonte: repubblica.it

(c.p.)

  • giovedì, 6 Dicembre 2012