Disabilità sensoriali

Geniale: il cinema è accessibile a tutti!

La riapertura del cinema Genio, tassello importante per la storia e la cultura viterbese, è stata accompagnata dalla presentazione del dispositivo Movie Reading

Un’inaugurazione forte, emozionale, che fa capire quanto il Tuscia Film Fest creda nel cinema libero ed accessibile a tutti, compresi non udenti e stranieri.
Il direttore artistico del TFF Mauro Morucci in collaborazione con i gestori del cinema Francesco e Paolo Ferretti e con l’Ente Nazionale Sordi di Viterbo organizza questo incontro tra il cinema e la tecnologia, tra il grande schermo e lo smartphone, ma soprattutto tra persone che comunicano in modo diverso.

Cos’è Movie Reading? A parole potrebbe sembrare semplice e già visto: si tratta di un’applicazione per smartphone con la quale si possono scaricare i sottititoli dei film in varie lingue e visualizzarli in qualsiasi sala itialiana.
Nei fatti è la soluzione tecnica alle barriere che non permettevano a tutti di vedere un bel film al cinema.

A descrivere con passione e nei dettagli la sua creatura Carlo Cafarella di Movie Reading: “Sono vent’anni che mi occupo di sottotitolazione e di apparecchi per non udenti; da questa mia ricerca nasce un’invenzione tutta italiana che vuole rivoluzionare la fruibilità del cinema”.
L’applicazione è in circolazione da gennaio 2012 e scaricarla è totalmente gratuito sia su Appstore, sia su AndroidMarket, sia su SamsungApp.

Fase uno: entrare in possesso di uno smartphone o un tablet e istallare l’applicazione Movie Reading.
Fase due: scegliere dalla lista dei film sottotitolati un film interessante, o meno interessante, quello dipende dai gusti; selezionare la lingua desiderata e acquistare i sottotitoli alla modica cifra di 1,79 euro.
Fase tre: recarsi in una sala italiana che proietti il film scelto; posizionarsi nelle ultime file (questo è quanto consigliato da papà Movie Reading per una migliore fruizione) e attivare il dispositivo.
Fase quattro: la più importante. La sincronizzazione del dispositivo con l’audio del cinema per non rischiare di travisare completamente il senso del film. Finalmente con un occhio al grande schermo e uno allo smartphone godersi la visione del film comprendendone, attraverso i sottotitoli, tutti i dialoghi.

Sono partner di Movie Reading: la Samsung che ha messo a disposizione nei The Space dei tablet per utilizzare l’applicazione; la Medusa, la Warner Bros, Rai Cinema e Eagle come case di distribuzione alle quali Movie Reading sottotitola i film e da maggio 2012 anche la Epson.

Epson e Movie Reading si integrano infatti nella concezione degli occhiali elettronici per il cinema. Davvero futuristico leggere i sottotitoli non più sullo schermo, non più sul telefono, ma direttamente sotto i propri occhi all’interno degli occhiali trasparenti, dove si può regolare la grandezza e la posizione delle scritte.
Il costo degli occhiali è ancora molto elevato, ma ne saranno messi a disposizione 800 pezzi in Italia che riusciranno a coprire una buona fetta di pubblico.

Anche il cinema Genio collauda questa nuova tecnologia. Dopo una spiegazione del funzionamento anche nel linguaggio dei segni grazie all’interprete messa a disposizione dall’Ente Nazionale Sordi, il pubblico ha inforcato gli occhiali e, divertito, ha provato sulla propria pelle, pardon, sui propri occhi questa innovazione.
Qualche problema tecnico iniziale per la sincronizzazione non ha mutato l’entusiasmo, anzi. Tutti i presenti sono stati invitati a vedere gratuitamente la proiezione del film in programma per la serata: Gli equilibristi di Ivano De Matteo.

Tutto in fase di sperimentazione, perchè come ogni invenzione davvero innovativa ha bisogno di tempo per far abituare chi la utilizza.
Finora era impensabile per un non udente entrare in una sala o per uno straniero, turista o non, vedersi un film in Italia non capendo una parola in 100 minuti.
Dal 2012, con Movie Reading, il cinema e le emozioni che si porta dietro diventano davvero alla portata e alla lettura di tutti.

E’ per il suo apporto sociale più che tecnologico che Viterbo dovrebbe essere orgogliosa di aver ospitato Movie Reading.

La direzione artistica del TFF ha deciso di evidenziare con un simbolo significativo la proiezione dei film che potranno essere sottotitolati da Movie Reading nei prossimi cartelloni e, scusandosi con il pubblico presente per i primi problemi di sincronizzazione, ha invitato gli intervenuti alla prova a tornare per la proiezione del film a titolo gratuito.

Noi di Tusciamedia.com, curiosi e desiderosi di darvi la massima informazione possibile, abbiamo scaricato l’applicazione sui nostri smartphone (Android ed Apple) e l’abbiamo trovata completa ed estremamente fruibile, con la possibilità di leggere la scheda del film, gli interpreti, la durata.

Durante la proiezione, nonostante i problemi avuti in “prova” la sincronizzazione è stata praticamente immediata ed il film “Gli equilibristi” ha dato il giusto equilibrio tra il sentire ed il vedere.

Fonte: tusciamedia.com

(c.p.)

  • venerdì, 30 Novembre 2012