La Salute a Torino

Informazioni su alcuni servizi di assistenza sanitaria dell’ASL Città di Torino

A cura dello staff di Essere Anziani a Mirafiori sud.

SERVIZI ATTIVI AL PRESIDIO VALLETTA – ASL CITTÀ DI TORINO – VIA FARINELLI, 25
AMBULATORIO INFERMIERISTICO

Presso il presidio sanitario Valletta del Distretto Sud Ovest – ASL Città di Torino (via Farinelli 25 – piano terra) è attivo l’ambulatorio infermieristico che eroga i seguenti servizi:

  • iniezioni intramuscolari e sottocutanee
  • misurazione della pressione arteriosa
  • medicazioni semplici

Per usufruire dei servizi di assistenza infermieristica è necessario avere l’impegnativa del Medico di Medicina Generale. Per conoscere le modalità di accesso e i giorni e gli orari di apertura, chiamare lo 011 5664034 o lo 011 5664050. 

 
ASSISTENZA PROTESICA E INTEGRATIVA 

Lo Sportello di Assistenza Protesica e Integrativa presso il Presidio Valletta del Distretto Sud Ovest – ASL Città di Torino è raggiungibile telefonando allo 011 5664453 o scrivendo a protesicasud@aslcittaditorino.it

Per richieste di ventiloterapia, scrivere a ventiloterapia.protesica@aslcittaditorino.it.

Per richieste di microinfusori e sensori, scrivere a microinfusori.sensori.protesica@aslcittaditorino.it.

 
CENTRO PRELIEVI 

Presso il presidio sanitario Valletta del Distretto Sud Ovest – ASL Città di Torino (via Farinelli 25 – piano terra) è attivo il Centro Prelievi venosi per esami ematochimici di laboratorio (prelievo del sangue). È necessaria la prenotazione telefonando al Call Center Regionale 800 000 500 dal lunedì alla domenica dalle 8.00 alle 20.00. Occorre essere in possesso dell’impegnativa del Medico di Medicina Generale.

Il prelievo a domicilio è riservato esclusivamente a persone non deambulanti. La richiesta deve essere fatta direttamente dal Medico di Medicina Generale al Centro Prelievi via e-mail. 

 
AMBULATORI SPECIALISTICI 

Presso il presidio sanitario Valletta del Distretto Sud Ovest – ASL Città di Torino (via Farinelli 25 – piano terra) sono attivi i seguenti ambulatori specialistici: angiologia, cardiologia, chirurgia, dermatologia, diabetologia, fisiatria, geriatria, ginecologia, neurologia, neuropsicologia clinica, oculistica, otorinolaringoiatria, psicogeriatria, urologia. È necessaria l’impegnativa del Medico di Medicina Generale. È necessaria la prenotazione telefonando al Call Center Regionale 800 000 500 dal lunedì alla domenica dalle 8.00 alle 20.00.

 
VISITE SPECIALISTICHE A DOMICILIO
Le persone non deambulanti possono richiedere le seguenti visite specialistiche a domicilio: angiologica, cardiologica, chirurgica, dermatologica, geriatrica, neurologica, oculistica, odontoiatrica, ortopedica, otorinolaringoiatrica e urologica. È necessaria l’impegnativa del Medico di Medicina Generale che indichi chiaramente la necessità di visita domiciliare. La prenotazione deve essere effettuata via e-mail a poliambulatorio10@aslcittaditorino.it indicando nome e cognome e recapito telefonico del paziente e allegando l’impegnativa del medico.
Il Distretto Sud Ovest dell’ASL Città di Torino è rivolto a coloro che risiedono nelle Circoscrizioni 2 e 3 di Torino. Coloro che risiedono in un’altra Circoscrizione di Torino, possono consultare il sito web dell’ASL Città di Torino all’indirizzo http://www.aslcittaditorino.it/strutture-sanitarie/strutture-territoriali/ per conoscere il proprio distretto di riferimento e i servizi sanitari territoriali associati alla propria residenza anagrafica.
 
TAMPONI E TEST SIEROLOGICI A PAGAMENTO – REGIONE PIEMONTE
I cittadini della Regione Piemonte possono sottoporsi a pagamento al tampone e ai test sierologici. I test sierologici non hanno valenza diagnostica.

Clicca qui per conoscere i laboratori privati della Regione Piemonte in cui è possibile prenotare e effettuare il tampone molecolare.

Clicca qui per conoscere i laboratori privati della Regione Piemonte in cui è possibile prenotare e effettuare il test sierologico.

 
SUGGERIMENTI UTILI PERSONE IN ATTESA DI INTERVENTO CHIRURGICO ORTOPEDICO NON URGENTE – SOCIETÀ ITALIANA DI ORTOPEDIA E TRAUMATOLOGIA
In questo periodo di emergenza sanitaria, molti interventi chirurgici ortopedici non urgenti sono stati rinviati. Ciò si è reso necessario per garantire l’assistenza sanitaria ai pazienti affetti da COVID-19 e ai pazienti gravi e per tutelare la vostra salute. La vulnerabilità in fase di convalescenza è infatti maggiore e può favorire il contagio o rendere più complicata l’infezione da Covid19. Inoltre, recarsi in ospedali o in strutture sanitarie per motivi non urgenti può favorire il rischio di contagio legato agli inevitabili spostamenti.

Ecco cosa fare in attesa che l’intervento venga riprogrammato:

  1. utilizzare i farmaci secondo le indicazioni del medico curante. Non modificare la terapia farmacologica in atto e contattare il medico curante prima di assumere nuovi farmaci.
  2. applicare ghiaccio sulla zona sofferente in caso di infiammazione acuta (gonfiore, arrossamento e calore)
  3. applicare calore sulla zona sofferente in caso di dolore cronico non infiammatorio
  4. eseguire tutti i giorni esercizi di allungamento e a bassa intensità per mantenere attivi articolazioni e muscoli. Clicca qui per consultare alcuni esercizi consigliati.
  5. perdere peso o evitare di ingrassare. Ogni chilo di peso in meno riduce il carico sugli arti inferiori di 4-5 chili!
  6. solo in caso di necessità o di un peggioramento importante della vostra situazione ortopedica, contattate il medico curante o l’ospedale o struttura sanitaria presso cui è programmato il vostro intervento. A causa della situazione in continua evoluzione, è possibile che non riceviate subito una risposta precisa, ma solo delle indicazioni di massima. Non presentatevi in ospedale o presso la struttura sanitaria: potrebbe essere rischioso, oltre che inutile. L’ospedale o la struttura sanitaria presso cui è programmato il vostro intervento vi contatterà non appena possibile.

Ecco cosa fare se siete stati operati da poco e le visite di controllo sono state posticipate

  1. assumere i farmaci prescritti come indicato dal medico nel foglio di dimissione
  2. rispettate le indicazioni date dal medico su riposo, applicazione del ghiaccio, mantenimento dell’arto in scarico e gestione della medicazione
  3. se sono stati prescritti degli esercizi, continuare regolarmente a praticarli
  4. se è necessario effettuare medicazioni post-operatorie o rimuovere i punti, concordare con il medico curante o con il chirurgo la modalità più sicura di controllare la ferita
  5. rimanere in contatto con il medico curante o con il chirurgo se si verificano le seguenti situazioni:
    1. aumento significativo del gonfiore e/o del dolore
    2. problemi con la ferita chirurgica (ad esempio secrezione persistente, sanguinamento, reazioni cutanee, ecc.)
    3. cadute o episodi traumatici
  • martedì, 10 Novembre 2020